Milan – Roma 1 a 4 Serie A trentacinquesima giornata, giornataccia per i rossoneri

I giallorossi passeggiano sui rossoneri: poker della Roma a San Siro

Milan_Calcio_LogoAncora una sconfitta per il Milan, l’ennesima di queste ultime giornate. La Roma esce da San Siro con un roboante 4 a 1 grazie alla doppietta di Dzeko e ai gol di El Shaarawi e De Rossi. Inutile, sul 2 a 0, la rete di Pasalic che regala ai rossoneri l’illusione di poter tornare in partita; illusione che rimane per pochi secondi. Nonostante le numerose parate di Donnarumma, continuano le incertezze in fase difensiva e le inconcludenti azioni offensive. Il Milan si è perso e ora in classifica è fermo al sesto posto a quota 59 punti: davanti l’Atalanta dista sei lunghezze, dietro il duo formato da Fiorentina ed Inter rimane a 3 punti.
Tutto confermato per mister Montella che punta ancora su Lapadula dall’inizio nel tridente con Suso e Deulofeu. Centrocampo con Sosa, Pasalic e Mati Fernandez. In difesa spazio per Calabria, Zapata, Paletta e De Sciglio, con Donnarumma tra i pali.
Inizia con un buon pressing la Roma e all’8′ passa in vantaggio: i giallorossi sfruttano uno stop sbagliato di Sosa e Salah serve a Dzeko un pallone che non può sbagliare. Bel destro dal limite dell’area di rigore per il bosniaco che porta i suoi sull’1 a 0.
Il Milan fatica a reagire e gli ospiti al 12′ avrebbero l’occasione per portarsi sul 2 a 0, ma Salah non inquadra la porta da ottima posizione. Al 14′ si fa vedere il Milan: corner di Deulofeu e colpo di testa di Zapata che si spegne a lato.
Al 17′ Roma pericolosa con Perotti che gira di destro, ma trova un ottimo intervento di Donnarumma. Poi al 21′ ancora palla-gol per i giallorossi con Dzeko. Al 23′ Sosa ci prova dai venticinque metri, ma Szczesny risponde bene e manda in corner.
Tiro di Sosa a parte, non è un buon Milan. Rossoneri sempre in ritardo sui palloni e completamente inconcludenti in fase offensiva. Al 28′ arriva il 2 a 0 degli ospiti: cross in mezzo e colpo di testa di Dzeko che mette a segno una doppietta molto importante per la classifica cannonieri.
Al 35′ ancora un errore per Deulofeu che, dalla bandierina, cerca il gol della domenica anziché crossare in mezzo. Poi al 38′ Roma vicinissima al terzo gol: Nainggolan impegna Donnarumma dall’interno dell’area di rigore, poi Salah sul tap-in calcia alto.
Nel minuto di recupero non succede altro. Il primo tempo va in archivio con un 2 a 0 per la Roma, un risultato netto e inequivocabile che mostra, ancora una volta, i limiti del Milan.
Tutto confermato ad inizio ripresa. Al 52′ ci provano i rossoneri su corner, ma Lapadula colpisce di testa mandando a lato. Al 60′ Spalletti deve ricorrere al primo cambio perché Perotti non ce la fa, dentro El Shaarawi.
Al 65′ ci prova Manolas, ma Donnarumma blocca bene la sfera; pochi secondi dopo chance anche per Dzeko, ma il bosniaco sbaglia con il mancino. Al 69′ Montella aumenta la propensione offensiva inserendo Ocampos per Vangioni.
L’ex Genoa si mette subito in mostra ed al 76′ spizza di testa su calcio d’angolo e consente a Pasalic di depositare in rete. Ora il Diavolo ci crede, ma questa sensazione dura veramente pochi secondi. Al 78′ sponda di Dzeko per El Shaarawi che, dal limite dell’area, stoppa e tira all’incrocio fissando il risultato sul 3 a 1.
All’84’ è costretto ad uscire anche Dzeko ma Spalletti, invece che regalare il tributo di San Siro a Totti, inserisce Bruno Peres. Il capitano giallorosso regala alle telecamere un sorriso amaro.
Ma non è ancora finita: all’87’ ennesimo contropiede della Roma con Salah che entra in area e viene trattenuto vistosamente da Paletta. Nonostante la caduta posticipata, per Rizzoli non ci sono dubbi. Rigore per la Roma ed espulsione per Paletta. Dal dischetto si presenta De Rossi, Donnarumma intuisce e spizza ma non riesce a respingere. 4 a 1.
Non c’è recupero: al 90′ Rizzoli decide che può bastare. Roma che esce da San Siro con una bella vittoria, Milan che mette assieme l’ennesima sonora sconfitta. Il Diavolo rimane fermo al sesto posto a quota 59 punti, perdendo il treno di Lazio ed Atalanta, rispettivamente a 70 e 65 punti. Dietro troviamo Inter e Fiorentina a quota 56.
Rossoneri che torneranno in campo sabato prossimo nella delicata trasferta di Bergamo contro l’Atalanta; calcio d’inizio alle 20.45.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here