Milan – Juventus 0 a 2 Serie A dodicesima giornata, un gol per tempo e i bianconeri vincono a San Siro

Mandzukic nel primo tempo, Ronaldo nella ripresa. Nel mezzo l’espulsione per Higuain

Una sconfitta netta, bruciante che riporta il Diavolo sulla terraferma dopo la doppia vittoria al 97’ nelle due precedenti partite di campionato. La Juventus palleggia per 90’ e con due accelerazioni decide il match: Mandzukic nel primo tempo, Cristiano Ronaldo nella ripresa. Nel mezzo l’espulsione per proteste per Higuain che rischia di saltare almeno due turni di Serie A. Ora la sosta, poi la Lazio.
Continua il problema infortuni per Gattuso che in settimana ha perso anche Musacchio. Difesa dunque con Calabria e Rodriguez sulle fasce e Zapata e Romagnoli in mezzo. Linea mediana folta con Suso, Kessie, Bakayoko e Calhanoglu. Davanti il solo Higuain, supportato da Castillejo. Tra i pali Donnarumma.
Di fronte bianconeri con il collaudato 4-3-3 con Dybala e Mandzukic assieme a Cristiano Ronaldo. Centrocampo con Khedira, Matuidi e Pjanic. In difesa, davanti a Szczesny, spazio per Cancelo, Benatia, Chiellini ed Alex Sandro.
Inizia su ritmi lenti il match, con la Juventus che tiene palla e cerca di addormentare il gioco. All’8’ lampo però di Alex Sandro sulla sinistra e cross in mezzo dove Romagnoli si dimentica di marcare il proprio uomo e concede spazio a Mandzukic che da un metro non sbaglia. Bianconeri in vantaggio.
Azione identica due minuti dopo: questa volta Romagnoli chiude bene e manda in corner. Il Milan si fa vedere al 19’ con un traversone di Abate: linea di passaggio sbagliata. Quanta fatica per il Milan nel creare gioco.
Al 33’ forcing rossonero con Higuain che va al tiro, ma viene fermato da un tocco di mano di Benatia. Mazzoleni, con l’ausilio del VAR, concede il rigore. Dal dischetto si presenta Higuain: tocco debole e palla che viene deviata da Szczesny.
Finisce qui un primo tempo che non ha regalato grandi emozioni. Bianconeri in vantaggio con un unico tiro in porta.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con la Juventus che ci prova al 51’ con un tiro potente di Cristiano Ronaldo che si abbatte sul collo di Zapata. Al 55’ ancora il portoghese protagonista di un mancino: debole, Donnarumma para.
Al 74’ doppio cambio per Gattuso che cerca così di modificare l’inerzia del match: dentro Laxalt e Borini per Abate e Calhanoglu. Ma non cambia nulla, anzi all’81’ arriva il raddoppio dei bianconeri con Ronaldo, bravo a depositare in rete una respinta corta di Donnarumma su tiro-cross di Cancelo.
Il Milan, ma soprattutto Higuain, accusa il colpo: l’argentino commette fallo su Benatia e viene ammonito, poi protesta veemente in faccia a Mazzoleni e viene espulso. Non accade altro: a San Siro finisce 2 a 0.
Diavolo che resta a quota 21 punti, due lunghezze sopra la vittoriosa Roma. Dopo la sosta il Milan sarà atteso dalla sfida esterna contro la Lazio, in programma domenica 25 novembre alle 18.00.

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here