Divieto di allevare, catturare e uccidere animali da pelliccia dentro il Parco Adda Sud, la mozione presentata da Spino d’Adda

visoniLODI – Nel corso dell’ultima assemblea sul Parco Adda Sud, tenutasi a Lodi per discutere di bilancio, è stata presentata una mozione del comune di Spino d’Adda a firma del sindaco Paolo Riccaboni. Il documento si riferiva al divieto di allevare, catturare e uccidere animali da pelliccia nel territorio del parco, con richiesta di conformare in tal senso gli strumenti di pianificazione territoriale del parco. La proposta è stata solo presentata, perché il consiglio di amministrazione ha chiesto più tempo per analizzarla; sarà quindi discussa nel corso della prossima riunione.

 

La mozione è stata sostenuta da Fabio Calvi, sindaco di Rivolta d’Adda.

 

Rivolta, infatti, è stato il primo paese cremasco a vietare questo tipo di allevamenti, con delibera assunta  lo scorso luglio. Spino ha deliberato medesimo divieto in novembre.

 

visoneCalvi ha sottolineato che la scelta è doverosa non solo per ragioni etiche, legate alla brutalità di allevamento e di abbattimento di questi animali, ma anche alla volontà di tutelare la biodiversità: animali non autoctoni possono creare grossi squilibri nell’ambiente e causare la scomparsa della fauna locale.

 

Il presidente del Parco, Silverio Gori, e il vicepresidente, Cesare Banholzer, erano già in precedenza stati interpellati da Riccaboni e non avevano in quella sede espresso contrarietà.

 

manifesto-vanita-uccide-visone-biancoIl comune di Spino d’Adda e il comune di Rivolta d’Adda, in collaborazione con l’associazione UNARivolta, hanno inoltre vietato ai circhi con animali di fermarsi in paese, vietato l’allevamento di animali da pelliccia, istituito una colonia felina, deciso di non sparare fuochi d’artificio durante le feste patronali e sconsigliato di sparare botti a Capodanno.

 

Spino d’Adda ha poi istituito la raccolta alimenti a favore dei gatti della colonia, posizionato ciotole d’acqua per i cani fuori dagli edifici pubblici, votato il regolamento per il benessere animale, istituito un’area in cui far stazionare i cani trovati a vagare per il paese, dove risalire al loro proprietario tramite microchip e riconsegnarli.

 

In piccolo comune di Spino d’Adda, esempio di civiltà e rispetto per tutta la Provincia, già dispone anche di un’area cani e, il primo giugno di ogni anno, organizza il “Bau Day”: la festa dei cani al Parco Rosselli.

 

Sul podio anche Rivolta d’Adda, che ha istituito uno spazio vegano alla fiera culinaria del paese, e a breve darà vita ad una accogliente un’area cani.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Silvia Tozzi

Foto: asslalorovoce.altervista.org, quotidiano.net, agireora.org

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here