Morto per presunto pestaggio Polizia Milano Michele Ferrulli, accuse dei parenti e smentite dalla Questura, disposta autopsia

I fatti si sono svolti dopo le 22 di ieri in via Varsavia: secondo quanto ricostruito dalla Polizia un uomo, Michele Ferrulli, 51 anni, si trovava per strada ubriaco in compagnia di due romeni di 36 e 41 anni, accanto al suo furgone con la musica a tutto volume.

 

LA DICHIARAZIONE DELLA POLIZIA – Chiamata una pattuglia da un residente che ha segnalato rumori e schiamazzi provenienti dalla strada, la situazione si è presto complicata.

  • In base a quanto sostenuto dalla Polizia, l’uomo non voleva farsi identificare
  • Fin dall’arrivo della prima volante, spiega la Polizia, ha iniziato ad assumere “un atteggiamento ostile nei confronti degli operanti”, minacciandoli, insultandoli e avvicinandosi con fare aggressivo.
  • Mentre il capo equipaggio si voltava verso l’auto per raggiungere l’apparato radio, spiega la Questura, il 51enne ha alzato un braccio nel tentativo di aggredire alle spalle il poliziotto.
  • Ferrulli è stato quindi bloccato da un altro agente, che ha dovuto usare due manette per immobilizzarlo.
  • A quel punto ha avuto il malore, gli sono state tolte le manette e chiamato il 118.
  • E’ morto in ambulanza prima dell’arrivo in ospedale.
  • “Diamo per certo che non è stato picchiato” ha concluso la Questura, sottolineando:   “Non nascondiamo nulla, vogliamo essere chiari”.

 

LE ACCUSE DEI PARENTI DEL DEFUNTO –

  • I parenti di Ferrulli, dopo la sua morte, hanno sporto denuncia ai Carabinieri, raccontando che il 51enne era stato picchiato dagli agenti intervenuti sul posto.
  • L’accusa è stata confermata anche dall’avvocato nominato dalla famiglia, che parla di un video amatoriale che avrebbe ripreso la scena.

 

IL PARERE DEL MEDICO DELL’OSPEDALE DI SAN DONATO E L’AUTOPSIA

  • Il medico del Policlinico di San Donato, intanto, parla di “collasso al termine di un’animata discussione”.
  • Il referto non ha evidenziato segni di violenze o ematomi da poter ricondurre a un pestaggio e «collo e volto» risulterebbero «indenni».
  • La salma è stata comunque portata all’Istituto di medicina legale, poiché il pm Gaetano Ruta ne ha disposto l’autopsia.

 

I PRECEDENTI – Secondo quanto accertato, Michele Ferrulli non era comunque una nuova conoscenza per la polizia, poiché sono risultati a suo carico precedenti per:

  • violenza e minaccia a pubblico ufficiale,
  • ingiuria,
  • invasione di terreni o edifici,
  • lesioni personali e insolvenza fraudolenta.

 

Leggi anche:

Morte Michele Ferrulli Milano per presunto pestaggio Polizia, avvisi di garanzia a poliziotti coinvolti

 

di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here