Aree Expo soluzione trovata, Moratti “Diritto di superficie con validazione advisor"

Masterplan_EXPOAl termine dell’incontro avvenuto oggi, a Palazzo Reale, tra i soci di Expo, per risolvere il problema delle aree destinate all’Esposizione 2015, la soluzione condivisa parla di “diritto di superficie con protocollo d’intesa con i privati, cha sara’ validato da parte di un advisor come soggetto terzo”.

 

“Abbiamo verificato la via da percorrere e abbiamo stabilito”, ha detto il Sindaco Letizia Moratti, “che fin da domani ci saranno riunioni da parte degli amministrativi e dei consulenti legali per arrivare a un protocollo d’intesa da parte di Regione, Provincia, Comune e Società Expo con i privati.

 

“La proposta che uscira’ da questi incontri,” ha aggiunto il Sondaco, “sara’ validata da uno studio o da una banca internazionale, in modo da avere la certezza della congruita’ della proposta e della salvaguardia dell’interesse pubblico“.

 

Tramonta dunque l’ipotesi della “newco” proposta dal presidente della Regione, Roberto Formigoni, a favore del comodato d’uso: “Non la chiamerei comodato d’uso perche’ l’ipotesi e’ un pochino diversa. E’ un diritto di superficie,ha precisato Letizia Moratti.

 

“Si tratta,” ha spiegato ancora il Sindaco, di “piena disponibilita’ delle aree, piu’ l’assegnazione a titolo gratuito dell’area che rimane pubblica, e altri contributi che verranno dati e sui quali verificheremo la congruita’“.

 

“I tempi sono obbligatoriamente stretti e, la soluzione di fare validare il protocollo a un soggetto terzo, penso che tranquillizzi tutti“, ha commentato il presidente della Provincia Guido Podesta’, presente alla riunione dei soci Expo. La soluzione decisa “porta a un miglioramento nella logica generale e non rischia di mettere a repentaglio Expo. Questo”, ha concluso Podestà, “e’ l’importante”.

 

Di Redazione
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here