Nuova rapina via della Spiga Milano, Giovina Moretti: “Di negozi qui non ne è stato risparmiato nemmeno uno, anche io ho subìto due spaccate. Non basta un controllo a spot”

«Di negozi qui non ne è stato risparmiato nemmeno uno, anche io ho subìto due spaccate. Che posso dire? Che non basta un controllo a spot. Ce lo siamo detti e lo abbiamo detto, scritto mille volte. Continuità nella sicurezza. Ecco cosa serve».

 

Erano state queste le dure parole pronunciate a caldo da Giovina Moretti, titolare dell’omonimo negozio in via della Spiga, nonché presidente dell’associazioneAmici di via della Spiga“, subito dopo la brutale rapina che il 15 febbraio scorso era stata messa a segno presso la storica orologeria “Frank Muller Geneve”, proprio nella centralissima via nel quadrilatero della moda.

 

Una banda composta da cinque uomini, tutti armati di mazze, aveva fatto irruzione nel noto negozio. Con furia inaudita i criminali si erano scagliati contro vetrine ed espositori rompendo tutto alla cieca e portando via, al termine della scorribanda, preziosi per centinaia di migliaia di euro. Durante l’azione perfino un cliente era rimasto ferito.

 

Ora, a neanche 10 giorni da quella vicenda, via della Spiga torna nuovamente protagonista. E ancora in negativo (nella foto, l’assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli, PD).

 

Ieri mattina (domenica 24 febbraio 2013), attorno alle 11, un uomo, è riuscito a rubare dalla vetrina di una gioielleria un bracciale d’oro di marca Damiani del valore di 13 mila euro.

 

La stessa persona, di presumibile nazionalità romena, stando al racconto dell’addetta al negozio, si era già presentata nell’esercizio, il giorno precedente, sabato pomeriggio, attorno alle 17.30.

 

Nell’occasione, si era interessato al medesimo bracciale esposto in vetrina ponendo dettagliate domande. Un modo, evidentemente, per studiare un piano di azione sicuro ed efficace.

 

Dopodiché, era uscito senza acquistare nulla. E’ stata una commessa, ieri mattina, ad accorgersi   del bracciale mancante. Immediatamente è stata allertata la Polizia.

 

Agli agenti giunti sul posto è stata fornita una descrizione del presunto ladro. Ma se rimangono dubbi sul fatto che il criminale venga rintracciato ed assicurato alla giustizia, la certezza rimane riguardo alla costante e permanente sensazione di insicurezza che i titolari di attività commerciali respirano a Milano.

 

Per dirla con le parole di Moretti: «Non c’è un vigile che passi durante il giorno, non ci sono i Carabinieri, né la Polizia. Manca l’effetto deterrente. Subito dopo le rapine,  per i successivi due o tre giorni le forze dell’ordine intensificano i controlli, ma poi spariscono, manca la continuità appunto. E una rapina messa a segno con quella violenza alle 18.20 di sera, in centro, è la prova provata che qualcosa non va».

 

ALCUNE SEGNALAZIONI DI CITTADINI – Di seguito solo una minuscola parte delle centinaia di segnalazioni che arrivano alla nostra Redazione, inviate da cittadini disperati:

Rom Milano via Inganni, Lorenteggio, Gonin, Giambellino e piazza Tirana, lettore disperato descrive furti, rapine, minacce e aggressioni continue anche ai ragazzini

Foto degrado viale Molise 47, un lettore: “Paghiamo affitto e tasse, abbiamo diritto ad un ambiente sano. Perché Pisapia non viene a farsi un giro qui?”

Anziana rapinata della catenina Milano via Balzac, 80enne atterrata da un rom, un lettore: “Da milanese mi chiedo: Pisapia dove sei?”

Tentato furto Rolex Milano via Giovanni da Procida, vittima scrive a CronacaMilano e racconta la dinamica dell’aggressione

Rom abusivi piazzale Cuoco Milano e parco Alessandrini Zona 4, la protesta di una residente: “Ho scritto a Pisapia, basta parole, vogliamo i fatti!”. Foto

Rom Milano via Solari, davanti scuola via Borgognone e in via Ripamonti, nuove segnalazioni di residenti esasperati

 

GLI APPELLI DEI COMMERCIANTI – Tra gli appelli dei commercianti, segnaliamo in particolare:

– Rapina gioielleria via Marescachi Milano, il titolare a CronacaMilano: “E’ la seconda in 22 giorni, siamo sconvolti, rendete voi visibile la situazione!”

Emergenza sicurezza Lorenteggio Milano, intervista di CronacaMilano a Massimo Girtanner di zona 6 e Gaetano Bianchi di Ascoleren: 10 negozi hanno già chiuso

Sicurezza Corso Buenos Aires Milano: “Il problema è diventato intollerabile”, nuova lettera dei commercianti a Pisapia

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ritirati militari Milano, alla vigilia dell’agosto la città perde 350 uomini preordinati alla sua sicurezza

Sicurezza a Milano, il console Usa: “Milano è insicura”, Pisapia “Sono stupito”. Di seguito i dati della Questura

Sicurezza Zona 4 Milano, incontro tra cittadini e assessore Granelli, la situazione shock del quartiere

Via Ferrante Aporti, l’inchiesta di CronacaMilano per dar voce all’appello disperato, e mai ascoltato, dei residenti

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here