Negozi aperti agosto Milano e voucher di lavoro per gli studenti

Outlet_22Sono 14.331 i negozi che hanno dichiarato di restare aperti almeno una settimana nel mese d’agosto contro i 9.413 dello scorso anno: il dato è stato comunicato dall’assessore comunale alle attività produttive Giovanni Terzi.

 

“Un risultato molto positivo – ha detto l’assessore, – il merito non è solo del Comune, ma anche dell’Unione del Commercio e dei costumi che stanno cambiando”.

 

L’aumento è confermato anche dai comandi di Polizia Locale “che hanno rilevato più esercizi con la serranda alzata rispetto al passato”.

Con il precedente assessorato – ha aggiunto Terzi – le aperture nel mese di agosto erano attorno alle 7 mila“.

 

Una città più vivibile anche per chi non va in vacanza quindi, ma in cui permangono alcune criticità legate alle zone meno centrali: “Nelle periferie – ha spiegato l’assessore – ci sono meno negozi aperti e su questo dobbiamo ancora lavorare”.

 

Per Ferragosto, saranno inoltre “almeno 250″, il 25% in più’ rispetto all’anno scorso i bar, i ristoranti e i pubblici esercizi in generale che rimarranno aperti.

 

A questi si aggiungono 80 punti vendita di Federdustribuzione (di cui 60 alimentari) dislocati su tutto il territorio, tra cui la Rinascente, Coin in piazza Cinque Giornate e l’Iper al Portello.

 

Per quanto riguarda infine il centro, come la Galleria e Corso Buenos Aires, dovrebbe restare aperto circa l’80 per cento dei negozi.

Per quanto riguarda i voucher di lavoro per gli studenti, lo stanziamento del Comune è stato di 115.000 euro.

 

All’iniziativa hanno aderito 55 studenti per un importo di oltre 60.000 euro. Nell’agosto del 2009 gli studenti erano stati circa 40 per 39.000 euro, facendo registrare un incremento del 27% nel 2010.

 

La tipologia prevalente delle imprese che usufruiscono dei voucher sono pubblici esercizi, le cui richieste sono passate attraverso Unione Confcommercio Milano.

 

A maggio/luglio 2010, invece, sono stati 68 gli studenti che hanno usufruito dei voucher, con 41 aziende coinvolte per tutti gli oltre 109.000 euro stanziati.

 

Soddisfazione anche da parte di Federdistribuzione che ha visto la partecipazione di 80 punti vendita, di cui 60 alimentari dislocati su tutta la città.

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here