Vigile aggredito Corvetto, fermati due italiani con precedenti di 22 e 26 anni

CellaDue italiani sono da ieri sera in stato di fermo di Polizia Giudiziaria nel carcere di San Vittore con l’accusa di lesioni e resistenza dopo che, un agente della Polizia Locale, era stato aggredito sabato sera da una ventina di persone.

 

Si tratta di un italiano di 26 anni agli arresti domiciliari e con precedenti per reati contro il patrimonio (furti e rapine), e un connazionale di 22 anni con precedenti per resistenza, lesioni e spaccio, che sarebbe l’autore del pestaggio del nordafricano.

 

Ieri sera la Polizia Locale che è intervenuta con 50 uomini nel fortino del Corvetto lo ha trovato il 26enne in strada; il malvivente ha tentato la fuga ma è stato arrestato. Dovrà rispondere anche di evasione.

 

Altri due soggetti, sempre italiani, risultano indagati: si tratta di una ragazza di 23 anni e un minore.

 

“A 48 ore dal fatto – spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato – c’è già stata la prima riposta da parte della Polizia Locale, che sta proseguendo con le indagini coordinate dal comandante Tullio Mastrangelo per individuare altri soggetti coinvolti nell’aggressione al vigile.

 

“Ora attendiamo dal GIP la convalida dei fermi – spiega De Corato. – Sulle motivazioni della lite tra gli italiani e il nordafricano si sta ancora facendo luce, visto che tutto non è ancora chiaro.

 

Il controllo dello spaccio sembra una delle ipotesi più accreditate, – sottolinea ancora il vicesindaco, – ma forse c’è dell’altro sui traffici illegali. C’è da dire che però i soggetti fermati appartengono alla ‘cricca’ del quartiere. E il fratello di uno dei due finiti in manette – conclude de Corato, – era già stato coinvolto nei ben noti disordini del 2006″.

 

Leggi anche:

Vigile aggredito zona Corvetto via dei Cinquecento, dopo una rissa tra italiani e nordafricani

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here