Sgomberati ottanta rom Rogoredo – Forlanini

Sgombero_Forlanini“Nuove aree sottratte al degrado e restituite alla città, – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, – grazie al doppio intervento realizzato da parte della Polizia Locale contro insediamenti abusivi.

 

Il primo intervento – ha spiegato De Corato, – è stato effettuato da 20 agenti e 2 ufficiali e ha avuto luogo a Rogoredo, in un’area comunale nei pressi della tangenziale est, dove un gruppo di rom romeni si era insediato con 38 baracche e 2 tende. Dopo l’allontanamento degli abusivi (nessuno ha accettato l’ospitalità nelle strutture d’accoglienza), Amsa ha iniziato la pulizia dell’area, che proseguirà nei prossimi giorni.

 

Il secondo intervento – ha aggiunto il vicesindaco, – è avvenuto nell’area dell’ex polveriera in via Forlanini, dove 3 pattuglie hanno smantellato un insediamento di 5 tende e una baracca per una presenza complessiva di circa 30 rom romeni: al momento dell’operazione erano sul posto solo due uomini intorno ai 35 anni. L’allontanamento degli abusivi è stato propedeutico alla messa in sicurezza dell’area che comincerà oggi e che è a carico di una società romana.

 

In questi anni l’ex polveriera di via Forlanini, – ha ricordato De Corato. – era diventata meta privilegiata per gli abusivi e, solo nel 2010, avevamo effettuato altri 5 allontanamenti. Per non parlare del fatto che, a causa della folta vegetazione, avrebbe potuto diventare scenario di crimini e aggressioni.

 

Sgombero_ForlaniniA luglio, proprio a seguito delle ripetute occupazioni, – ha sottolineato il vicesindaco, – il Comune aveva notificato una diffida per la messa in sicurezza dell’area alla proprietà, una società romana che è stata contattata direttamente dall’Amministrazione comunale e che oggi inizierà i lavori.

 

“Prima di tutto ripulendo e spianando il terreno – ha dichiarato De Corato, – si tratta infatti di un’area incolta di 90mila metri quadri, che facilmente si presta alle occupazioni abusive. Inoltre sarà realizzata una recinzione alta circa 3 metri con base in cemento lungo tutto il perimetro. Una soluzione che, per l’esperienza maturata in aree come quella del cavalcavia Bacula, si è dimostrata un ottimo deterrente per le intrusioni”.

 

“Resta alta l’attenzione del Comune – ha poi comunicato il vicesindaco – sulle aree dove permangono situazioni di insicurezza e degrado. Continuiamo a intervenire nei terreni comunali occupati, come quello di Rogoredo e, attraverso le diffide, stiamo indirizzando le proprietà verso la messa in sicurezza dei luoghi più a rischio.

 

“In molti casi sono i proprietari ad avvisarci delle intrusioni, – conclude De Corato, – mettendo in sicurezza le aree dopo gli allontanamenti. Ma sono frequenti i casi in cui un disinteresse irresponsabile ha causato situazioni critiche con occupazioni ripetute, come quella dell’ex polveriera. Come ha dichiarato il Prefetto Lombardi, l’emergenza rom è finita. Ma occorre tenere alta l’attenzione e fare prevenzione affinché non sorgano in città nuove favelas“.

 

Leggi anche:

Scaricate 15 tonnellate di amianto Rogoredo, nel campo rom di via Toledo, denunciati romeni

Sgombero rom via Gozzoli, presso il carcere minorile Beccaria

Sgombero rom via Rubattino, chi è soddisfatto e chi no

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here