Viaggi del Ventaglio aperta inchiesta per truffa, danneggiate 16 mila famiglie

Il dramma era scoppiato lo scorso 15 luglio, quando la compagnia turistica “I Viaggi del Ventaglio” era stata dichiara fallita dal Tribunale di Milano con un ammanco di ben 200 milioni di euro. E, poco prima, era stata la Procura di Milano ad essere inondata da centinaia di denunce scritte di clienti rimasti “inspiegabilmente” senza il viaggio acquistato.

 

La dichiarazione di fallimento era stata richiesta dal PM Luigi Orsi, e proprio a lui erano giunti gli innumerevoli esposti dei clienti del tour operator.

 

Ora, il PM Orsi ha aperto un’inchiesta formalizzando contro la compagnia turistica l’accusa di truffa ai danni dei creditori, “per ora” indirizzata a carico di ignoti.

 

Intanto, sono circa 16mila le famiglie rimaste danneggiate dalla truffa, senza dimenticare che nonostante la dichiarazione di fallimento, la compagnia ha inizialmente continuato a mantenere attivi i canali di vendita-pacchetti all’interno del suo sito internet, suscitando l’indignazione dei clienti e le ire del Codacons.

 

Ora, mentre l’inchiesta procederà a fare il suo corso, ciò che ci si aspetta a breve potrebbe essere anche la formalizzazione dell’accusa di bancarotta fraudolenta, reato che aggraverebbe maggiormente la posizione dei Viaggi del Ventaglio e, con tutta probabilità, sarà formalizzato entro le prossime settimane.

 

Per ripercorrere tutta la vicenda leggi anche:

Fallimento Viaggi del Ventaglio risarcimento per clienti ecco come fare

Denunce Viaggi del Ventaglio centinaia di clienti furiosi

 

Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here