Champions League Ajax – Milan, 1 a 1 ancora IbraGol per i rossoneri

Calcio

Dopo il dictat di Galliani “Milan più concreto, serve vincere”, Allegri rivoluziona il Milan: Dinho in panca per farlo rifiatare e dentro il duo Robinho-Ibrahimovic con alle spalle l’altro ex oltre allo svedese, Clarence Seedorf.

 

Inizialmente i rossoneri attendono che l’Ajax vada in vantaggio con El Hamdaoui, ma il pareggio viene prontamente ripristinato dal solito Ibrahimovic.

 

Sono i lancieri dell’Ajax a partire meglio, più pressing ed aggressività in mezzo al campo ma ciò si traduce solo (fortunatamente per i rossoneri) in qualche tentativo da fuori area.

 

La compagine di Allegri con il nuovo modulo fatica ad uscire dalla propria metà campo nel primo quarto d’ora: l’unico in palla sembra essere Robinho, tesi prontamente verificata al 14’ quando Zambrotta prima, e Seedorf poi, liberano il brasiliano che calcia angolato, Stekelenburg riesce a deviare.

 

Il predomio dell’Ajax si concretizza al 22’ quando Suarez va via con un tunnel ad un immobile Nesta per poi regalare un assist a El Hamdaoui che si gira in area e batte Abbiati.

 

Il Diavolo reagisce subito e uno scambio tra Ibra e Seedorf manda Robinho davanti al portiere olandese, il brasiliano sbaglia clamorosamente un gol che sembrava già fatto.

 

Il buon momento dei rossoneri viene perfezionato al 36’ con un’altra combinazione tra i due ex Ajax: Seedorf regala un assist magico a Ibra, stoppa ed insacca alle spalle di Stekelenburg.

 

La ripresa inizia con ritmi sempre elevati, ma le occasioni da rete stentano, complice anche l’arbitro che interrompe il gioco ogni 30 secondi: un arbitraggio non proprio da Champions.

 

Nel secondo tempo sono i rossoneri a tenere in mano il pallino del gioco con Pirlo e Seedorf rivitalizzati rispetto alle ultime prestazioni in campionato; lancieri che aspettano e provano a ripartire in contropiede con Suarez, l’uruguagio che già si è messo in mostra agli ultimi Mondiali.

 

L’occasione d’oro per la squadra di Allegri arriva all’84’ quando Ibra ruba palla al limite dell’area e serve Boateng dalla parte opposta, il ghanese calcia di prima intenzione, ma non riesce a superare un prontissimo Stekelenburg.

 

Questa è l’ultima vera palla-gol del match: l’ingresso di Inzaghi all’85’ al posto di Robinho non produce grandi risultati.

 

Ora i rossoneri si trovano a 4 punti, dietro al Real di Mourinho che comanda a quota 6. Intanto l’Ajax guadagna il suo primo punto, mentre Auxerre è ancoraa  0.

 

Il prossimo turno vedrà la compagine di Allegri battagliare al Bernabeu contro il Real Madrid.

 

Le altre gare di oggi:

  • Basilea – Bayer Monaco: 1 a 2;
  • Roma – Cluj: 2 a 1;
  • Ajax – Milan: 1 a 1;
  • Auxerre – Real Madrid: 0 a 1;
  • Chelsea – Marsiglia: 2 a 0;
  • Spartak Mosca – Zilina: 3 a 0;
  • Partizan Belgrado – Arsenal: 1 a 3;
  • Sporting Braga – Shaktar Donetsk: 0 a 2.

 

Matteo Torti

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here