Centri massaggi devastati Milano via Tadino e via Flumendosa, cercava la ex moglie

Auto_Polizia_di_Stato_archvioDue centri massaggi danneggiati, molestie ai danni della datrice di lavoro dell’ex moglie e aggressione con tanto di rapina di cellulare nei confronti di un’amica della donna. E’ il bilancio della spasmodica ricerca dell’ex moglie thailandese, una massaggiatrice di 33 anni, che da tempo lo aveva lasciato, e  che a lui, un uomo di 38 anni, residente a Sesto San Giovanni, ha fatto scattare le manette.

 

UN RAPPORTO BURRASCOSO – Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, l’uomo, lo scorso 19 marzo, aveva cercato di rintracciare la sua ex, madre di suo figlio di 4 anni. La coppia, in passato, aveva vissuto un rapporto burrascoso, fatto di gelosie e litigi, cosa che aveva spinto la 33enne a denunciare l’uomo per maltrattamenti in famiglia e a  richiedere la separazione.

– Ma di fronte alla lontananza forzata dall’ex moglie, il 38enne ha pensato bene di non rimanere con le mani in mano e lo scorso giovedì ha intrapreso una ricerca “porta a porta”  presso alcuni centri massaggi milanesi in cui la donna avrebbe potuto trovarsi.

 

I CENTRI MASSAGGI DEVASTATI, NELLE VIE TADINO E FLUMENDOSA – Dopo aver bussato a varie “porte”, il 38enne è giunto in un centro di via Tadino. Ma quando ha realizzato, ancora una volta, di non trovarsi nel posto giusto, le cose hanno cominciato a prendere una brutta piega. In preda all’ira ha cominciato a prendere a calci e pugni la vetrina del locale, tanto da indurre la proprietaria a segnalare l’accaduto alla polizia. Tradotto in Questura e sottoposto agli accertamenti del caso, l’uomo è stato subito rilasciato.

– Non pago, l’indomani il 38enne si è messo nuovamente sulle tracce dell’ex compagna. Una ricerca che questa volta ha portato ai risultati sperati in un centro massaggi di via Flumendosa, dove la thailandese svolge il suo lavoro di massaggiatrice. Tuttavia, quando gli è stato risposto che in quel momento la donna non era presente, l’uomo ha ridato in escandescenze finendo col devastare, anche in questo caso, l’ingresso del centro.

 

L’AGGRESSIONE E LA RAPINA – Resosi necessario un cambio di strategia, l’uomo ha rivolto la propria attenzione verso  l’appartamento di una connazionale della sua ex. Qui,  fintosi agente di polizia, è riuscito a guadagnare l’ingresso nell’abitazione. Davanti alla riluttanza della padrona di casa alle sue domande, in preda ad un nuovo raptus di follia ha puntato una pistola finta alla testa della malcapitata e, dopo averla minacciata chiedendole del denaro, è fuggito con il suo cellulare.

– L’aggressore, fortunatamente, è stato rintracciato poco più tardi dagli agenti in un appartamento Aler precedentemente occupato abusivamente a Sesto San Giovanni. Tratto in arrestato, ora dovrà rispondere dell’accusa di rapina, ma anche di minacce, maltrattamenti e danneggiamento, reati per i quali è indagato.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Violenze domestiche, cronaca, legislazione, indirizzi per avere aiuto di primo soccorso e dopo l’emergenza

Analisi decreto legge Femminicidio e Stalking Governo Letta: obiettivi, novità e focus su tutti i reati inclusi dall’atto

Donna perseguitata da ex compagno via Polesine Milano, ecco cosa fare in caso di stalking

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here