Vandali treni Trenord Pavia e Alessandria, colpiti due convogli nuovi di zecca

Nel 2015 dai convogli di Trenord sono stati rimossi 153mila metri quadrati di graffiti e riparati oltre 100 finestrini rotti a settimana; costo delle operazioni, 8 milioni di euro

Treno vandalizzato graffitiNella notte tra venerdì 22 e sabato 23 gennaio 2016 sono stati brutalmente vandalizzati due dei tre nuovi treni GTW entrati in servizio solo cinque giorni fa, lunedì 18 gennaio, sulle linee Pavia-Alessandria, Pavia-Vercelli e Pavia-Codogno. “Uno dei due treni è totalmente graffittato all’esterno – ha spiegato direttamente Trenord in una nota –, mentre nell’altro è stata divelta la porta della cabina di guida”.
Secondo quanto ricostruito, i due convogli erano in sosta notturna presso le stazioni di Pavia e Alessandria, pronti per le corse della mattina; entrambi sono entrati in servizio per la prima volta lunedì scorso 18 gennaio.
“Sono atti di delinquenza gravissima, sempre più frequenti – ha spiegato ancora Trenord –, che impattano fortemente sui processi manutentivi dell’azienda con evidenti costi e inefficienze nel processo industriale. Non solo, questi vandalismi danneggiano i nostri Clienti che attendevano da anni l’acquisto e l’arrivo dei nuovi convogli. Si tratta di un attacco violento agli sforzi che Trenord, i suoi azionisti e Regione Lombardia stanno compiendo per migliorare e potenziare il servizio. Trenord presenterà denuncia contro ignoti”.
Le squadre di manutenzione di Trenord hanno lavorato tutto il fine settimana per rimuovere i graffiti e le scritte e per la riparazione degli interni. Ma i danni subiti dai convogli sono ingenti, stimabili in molte migliaia di euro, e richiedono un notevole lavoro di pulizia e ripristino.
Nel 2015 dai convogli di Trenord sono stati rimossi 153mila metri quadrati di graffiti e riparati oltre 100 finestrini rotti a settimana: gli atti vandalici costano a Trenord oltre 8 milioni di euro all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here