Madre e figlio bresciani bloccati negli Emirati, hanno scattato foto a un sito petrolifero

La Farnesina ha confermato il blocco; ulteriori complicazioni per le condizioni di salute del ragazzo, costretto alla sedia a rotelle da una grave malattia

pozzo petroliferoSono bloccati negli Emirati Arabi da 7 giorni perché hanno scattato una fotografia a un sito petrolifero: madre e figlio, residenti in provincia di Brescia a Lumezzane, sono stati privati del passaporto e, al momento sono assistiti dal Consolato e dall’Ambasciata italiana, ma non possono far ritorno a casa.
Secondo le prime informazioni, i due stavano facendo una crociera negli Emirati Arabi Uniti che avrebbe dovuto svolgersi tra Abu Dhabi, Dubai e Oman.
Le fotografie della discordia sarebbero state scattate durante un tour privato, in taxi.
Subito fermati, madre e figlio sono stati privati del passaporto, rimanendo bloccati nella località di Khor Al Fakkan, negli Emirati Arabi.
Il fermo è stato confermato dalla Farnesina e, al momento, i due sono assistiti dal Consolato italiano anche se, la situazione di grave disagio, è resa ancora più difficile dal fatto che il ragazzo, di 33 anni, è costretto sulla sedia a rotelle da una malattia fortemente invalidante.
Intanto la Farnesina ha diffuso una nota: “L’ambasciata d’Italia ad Abu Dhabi e il consolato generale a Dubai si sono immediatamente attivati e stanno prestando ai connazionali e alla loro famiglia tutta l’assistenza necessaria». (Foto: wikipedia.org).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here