Latitante evaso a Desio e arrestato a Dublino, al volante ubriaco e drogato causò la morte di una bambina

Nel 2013 provocò un gravissimo incidente, al seguito del quale era stato condannato ai domiciliari a Desio. Era ricercato da quasi due anni

L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza, anche con l’ausilio del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Roma – Ufficio Tecnologie Informatiche: al termine delle indagine, in manette è finito un latitante rumeno di 23 anni, ricercato dal 2014.
Secondo quanto spiegato, il 26 dicembre 2013, nel comune di Aprilia (LT), il giovane venne trovato alla guida di una Ford “KA”, in forte stato di alterazione psico-fisica provocato dall’assunzione di alcool e stupefacenti e sprovvisto di patente di guida, mai conseguita. In tali condizioni, il ragazzo ha causato un grave incidente stradale, provocando la morte di una bimba di soli 8 anni.
Per tali reati il 23enne è stato arrestato e stava scontando gli arresti domiciliari a Desio, presso l’abitazione della madre.
Nonostante ciò, il ragazzo è evaso il 10 novembre 2014, facendo perdere le proprie tracce.
Le indagini sono stata avviate dagli uomini dell’Arma a dicembre 2015 e, per rintracciarlo, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza hanno indagato a fondo e per lungo tempo nella vita del giovane e della sua cerchia familiare e relazionale, individuando le utenze telefoniche in uso a numerosi soggetti ed esaminando i tabulati del traffico telefonico.
Durante la latitanza, il 23enne ha aperto un falso profilo su Facebook, che non è sfuggito agli investigatori che, passando dal cyber-spazio a quello reale, sono riusciti a rintracciare il ragazzo a Dublino.
A questo punto, i militari hanno subito avviato le procedure per la internazionalizzazione del provvedimento di cattura, necessario per la successiva estradizione in Italia, ottenendo il mandato di arresto europeo, applicato dal Ministero della Giustizia.
Grazie alla sinergia con l’Ufficio italiano dell’Interpol, i militari hanno dato il via ad un fondamentale scambio di informazioni con le autorità di polizia irlandesi.
Al termine della complessa attività investigativa, mercoledì 10 febbraio il latitante è stato finalmente bloccato a Blanchardstown, un sobborgo di Dublino, a  arrestato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here