Tangenti giudici tributari Milano, altri due arresti

Un sistema articolato e indagini ramificate; la Procura: “Ricostruiremo ulteriori episodi corruttivi”

EuroProsegue l’inchiesta della Procura di Milano sulle presunte irregolarità nei processi tributari, con l’esecuzione della terza ordinanza di custodia cautelare.
In manette un avvocato e giudice tributario soprannominato, negli atti, “l’aggiusta processi”, figura secondo le indagini centrale del sistema smantellato dagli Inquirenti.
Le indagini si sono avvalse anche delle prime confessioni e, secondo quanto dichiarato dalla Procura, quanto emerso finora è solo una parte di ciò che verrà portato alla luce, poiché gli Inquirenti contano di riuscire a ricostruire ulteriori episodi corruttivi.
Oltre ai giudici tributari, le manette sono scattate anche per un imprenditore che avrebbe pagato mazzette in cambio di sentenze positive per sé, e le indagini del Nucleo di Polizia tributaria della Gdf ramificano anche per identificare una rete di mediatori che hanno messo in relazione le parti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here