Finti operai con indennizzo di disoccupazione provincia Bergamo, 20 denunce

L’operazione è stata condotta dalla Gdf; l’ipotesi è quella di truffa ai danni dello Stato, con sequestro di beni già attuato per 130mila euro

Sequestro Gdf MilanoL’operazione è stata compiuta dagli uomini della Gdf di Treviglio: 20 le persone denunciate per una truffa nel settore del movimento terra, volta a far ottenere a lavoratori assunti fittiziamente indebite prestazioni previdenziali e assistenziali.
Secondo quanto ricostruito e spiegato dalle Fiamme Gialle, una società con sede nella Bargamasca risultava aver avuto alle proprie dipendenze numerosi operai, tutti residenti in Calabria; tuttavia, la società non risultava aver mai lavorato in alcun cantiere, né aver mai disposto di conti correnti, automezzi e attrezzature.
Le indagini compiute dai militari hanno messo in luce che, trascorso il periodo minimo di impiego necessario ad avanzare richiesta di indennità di disoccupazione, i finti operai incassavano le relative prestazioni.
La società, inoltre, mediante l’annotazione in contabilità di fatture per operazioni inesistenti, maturava ingenti crediti IVA fittizi, utilizzati sistematicamente in compensazione per il pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei falsi dipendenti.
Al termine dell’inchiesta, la Guardia di Finanza ha contestato il reato di truffa ai danni dello Stato e, i militari, hanno già provveduto al sequestro di beni per 130 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here