Arrestata banda di falsi carabinieri Lombardia, hanno svaligiato 82 ville

In un giorno razziavano fino a 50mila euro, depredando anziani che non esitavano a immobilizzare, utilizzando anche spray urticante

CarabinieriL’operazione è stata svolta dai Carabinieri di Pavia: 7 gli arresti eseguiti nei confronti di altrettanti soggetti, accusati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate, furti aggravati, ricettazione e utilizzo di segni distintivi contraffatti. I furti contestati agli indagati sono ben 82.
Secondo quanto spiegato dai Carabinieri, l’indagine è stata aperta dalla Procura di Pavia nel 2015.
L’attività dei militari ha permesso di documentare l’esistenza di un’associazione criminale composta da persone di nazionalità italiana di etnia sinti ed albanese, che agivano seguendo un preciso modus operandi: una volta adocchiata la preda, normalmente anziana, si qualificavano come carabinieri, esibendo falsi distintivi e tesserini e fingendo l’intervento sul posto a seguito di un furto. Se scoperti, non avevano remore a minacciare le vittime, utilizzando spray urticante o immobilizzandole per poi svaligiare le abitazioni.
I colpi sono stati realizzati nelle province di Pavia, Lodi, Bergamo, Cremona, Piacenza, Brescia e Milano e l’attività d’indagine ha consentito di accertare, tra rapine e furti, almeno 82 episodi.
I proventi dei furti erano consistenti e, i militari, hanno acclarato che in una giornata i malviventi riuscivano a mettere a segno più colpi, arrivando a guadagnare anche 50mila euro.
Le indagini rimangono aperte poiché, gli Inquirenti, ritengono che agli indagati si potrebbero contestare ulteriori colpi registrati in Lombardia ed Emilia Romagna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here