Furto rame stazione centrale Milano, arrestato con 80 chili di cavi

Vicino all’uomo trovate matasse di cavi elettrici arrotolate, pronte da portare via, e un passeggino da bambino contenente una coperta contenente altre matasse di cavi arrotolati

poliziaNella serata di martedì 4 aprile 2017, il personale del Settore Operativo di Milano Centrale ha tratto in arresto un cittadino rumeno per il furto di circa 80 chili di rame.
L’attività è partita da un normale controllo effettuato nei pressi della cabina A.C.E.I. dello scalo, quando i poliziotti della Polfer sono stati avvisati della presenza di tre persone che si aggiravano in quell’area.
Gli operatori, nel perlustrare la zona, notavano una sola persona seduta sulla sede ferroviaria intenta a maneggiare diversi cavi elettrici e che, alla loro richiesta di spiegare cosa stesse facendo, riferiva di trovarsi lì per caso a bivaccare. Ma ad insospettire i poliziotti sono state le sue mani particolarmente sporche.
Vicino allo straniero, infatti, vi erano delle matasse di cavi elettrici arrotolate, pronte da portare via, e un passeggino da bambino contenente una coperta con all’interno, occultate, altre matasse di cavi arrotolati.
La quantità di materiale trafugato e il fatto che il rumeno fosse privo di un arto inferiore che lo costringeva a muoversi con l’aiuto di stampelle, faceva presupporre che non avesse fatto tutto da solo. L’uomo veniva tratto in arresto quale autore del furto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here