Degrado via Valtellina per discoteche Alcatraz e De Sade, protesta di un residente che illustra tutti i problemi causati dai frequentatori dei due locali agli abitanti della zona: si richiede un intervento per rendere possibile la convivenza, poiché i residenti non ne possono più

Di seguito la protesta di un lettore che risiede in via Valtellina, e racconta delle innumerevoli problematiche con le quali gli abitanti della zona si devono scontrare quotidianamente a causa del degrado provocato dai frequentatori delle due discoteche Alcatraz e De Sade: dalla pipì sui portoni, alle bottiglie di vetro abbandonate anche a ridosso delle gomme delle auto; dall’impossibilità di trovare un parcheggio e dover fare centinaia di metri per tornare alla propria abitazione, a molto altro:

 

“Leggendo il giornale mi è cascato l’occhio su un articolo molto strano. Si diceva che in zona Vigentina a Milano è stato chiuso un oratorio per il campo da calcetto che, quando frequentato da giocatori, disturbava i condomini con le urla e il troppo chiasso!

 

Niente da dire… è giusto che i residenti abbiano la loro tranquillità. Comunque qui sono intervenuti subito e hanno chiuso questo oratorio.

 

La mia domanda, però,  a questo punto è: se viene chiuso un oratorio per schiamazzi, come mai non vengono chiuse le discoteche in via Valtellina dove a far chiasso sono in migliaia???

 

In più urinano nei portoni e sui muri che, quando arriva il caldo, emanano di conseguenza odori nauseabondi!!

 

Senza aggiungere poi che, sempre nei pressi delle menzionate discoteche, è purtroppo molto facile trovare l’indomani mattina l’auto con i vetri in frantumi, ovviamente sempre ammesso di riuscire a trovare il parcheggio sotto casa o nelle vicinanze, altrimenti si deve parcheggiare  a due km da casa!!

 

E che dire che la zona è una discarica delle bottiglie di alcolici che i frequentatori della discoteca consumano già da prima di entrare nel locale????

 

E non soddisfatti infilano le bottiglie anche sotto le gomme delle auto (ovviamente altrui), per puro divertimento.

 

Ma non è ancora finita. Perché non parlare pure del traffico che si crea quando, sempre la stessa discoteca, organizza i concerti???

 

In sostanza, sei giorni su sette noi residenti dobbiamo subire tutto questo. E qui non c’è mai un controllo delle forze dell’ordine e nemmeno della polizia municipale.

 

Gli avventori della discoteca hanno il diritto di mettere l’auto dove pare a loro: davanti ai box, davanti ai negozi, sui marciapiedi, di modo che se una famiglia si fa una passeggiata con il passeggino deve camminare in strada con tanto di rischio!!!

 

A questo punto, la seconda domanda viene spontanea: LE REGOLE NON DEVONO ESSERE UGUALI PER TUTTI????

 

In attesa di qualche risposta, si può intanto concludere l’evidenza che chiudere un oratorio gestito da un prete sia ben più facile di chiudere una discoteca.  E QUESTA SAREBBE GIUSTIZIA???? Vorrei tanto sapere il motivo di questa differenza!!!”

 

Leggi anche:

Sicurezza via Cusago, continuano le proteste dei cittadini dopo il drammatico incidente di venerdì 17 giugno 2011, si chiede il ripristino della via per evitare nuove tragedie

Incidente moto via Cusago Milano, si cercano testimoni e non mancano le proteste dei cittadini per mettere la strada in sicurezza

Incidenti Baggio Milano, corse e alta velocità ogni sera in via Beltrami, Basilea e Parri, protesta dei residenti


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here