Sgombero ex scuola via Pizzigoni Milano, occupata da oltre 100 migranti

Chiusa per la presenza di amianto, poi usata per l’emergenza freddo dal Comune. Dopodiché, era stata occupata da circa 140 africani

sgombero-degradoL’operazione è in atto dalla mattina di martedì 5 settembre 2017: lo sgombero, condotto dalla Polizia di Stato, della ex scuola Colombo di via Pizzigoni, a Milano.
Secondo quanto riscontrato, all’interno dell’area si erano insediati circa 140 extracomunitari tra marocchini, egiziani, senegalesi e gambiani; all’arrivo della Polizia, le persone presenti erano circa 40.
L’area era già nota alla cronaca in quanto l’ex scuola era stata chiusa per la presenza di amianto, e successivamente più volte segnalata dai residenti del quartiere in quanto divenuta centro di degrado e insicurezza.
Scelta infatti dal Comune per ospitare temporaneamente i senzatetto durante l’emergenza-freddo dello scorso inverno, l’area è stata successivamente occupata.
Della questione si era occupata anche Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia, in quanto i residenti del quartiere avevano segnalato non da ultimo un aumento dello spaccio nelle aree vicine e, a poca distanza, sorge anche una scuola elementare e un piccolo giardino.

In merito, invitiamo tutti i lettori a inviarci foto, video e segnalazioni circa l’insicurezza e le problematiche del proprio quartiere: scriveteci a redazione@cronacamilano.it. Vi daremo voce

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here