Arrestato per stalking Cinisello Balsamo, minacce di morte contro la moglie e la famiglia

Nonostante il decreto di allontanamento, è tornato impugnando una grossa arma da taglio. Intervento immediato della Polizia di Stato

La Polizia di Stato, nel corso dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio finalizzati a contrastare i fenomeni delittuosi sul territorio di competenza del Commissariato di P.S. di Cinisello Balsamo della Questura di Milano, ha arrestato in flagranza un uomo, italiano, di 48 anni, per il reato di cui all’art.612 bis c.p. “Atti Persecutori”.
“Lo scorso primo gennaio, i poliziotti del Commissariato di Cinisello Balsamo avevano indagato l’uomo per minacce aggravate nei confronti della 48enne moglie convivente e dei due figli, di cui uno minore – spiega la Questura di Milano –. La notte successiva, gli stessi agenti gli avevano notificato il decreto di allontanamento d’urgenza dalla casa familiare emesso dall’A.G. di Monza”. “Incurante del provvedimento da poco notificato –  ha proseguito la Questura –, l’uomo si è successivamente recato presso l’abitazione nella quale si era chiusa la famiglia e aveva cercato di farsi aprire con minacce di morte per colpirli”.
A questo punto, il pronto intervento degli agenti del Commissariato di Cinisello Balsamo ha consentito di evitare che il reato venisse portato a conseguenze ulteriori che, altrimenti, avrebbero messo in serio pericolo l’incolumità delle vittime: “Le minacce di morte – ha specificato la Questura – rivolte con inusitata violenza all’indirizzo dei familiari, si sono concretizzate attraverso l’utilizzo di una grossa arma da taglio impugnata dall’arrestato, mentre anche la figlia minore era presente all’interno dell’abitazione”.

Leggi anche:
Presentazione “In Dialogo. Riflessioni a quattro mani sulla violenza domestica”. Dibattito con gli autori e video

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here