Donna aggredita Cinisello Balsamo, arrestato italiano per tentata rapina

L’intervento di un passante e la segnalazione di un cittadino hanno impedito il peggio; l’uomo è stato poi arrestato dalla Polizia

La Polizia di Stato, nel corso dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio da ultimo intensificati al fine di contrastare i fenomeni delittuosi sul territorio di competenza del Commissariato di P.S. di Cinisello Balsamo della Questura di Milano, ha arrestato in flagranza, ieri pomeriggio un uomo italiano, di 44 anni, per il reato di cui agli artt. 56 e 628 c.p. “ Tentata Rapina”.
“L’autore della tentata rapina aveva già agganciato all’interno di un bar, sito in via Paisiello, la sua vittima – ha spiegato la Questura –, una donna di 27 anni di professione insegnante, che si trovava in quell’esercizio in procinto di incamminarsi per lo svolgimento di una lezione scolastica sul tema del cyberbullismo”.
All’atto dell’uscita della donna dall’esercizio pubblico, l’uomo, dopo averla aggredita violentemente alle spalle, ha cercato di portarle via la borsa con l’intento di sottrarle il personal computer e, nonostante la vittima abbia resistito alla violenza, lo stesso ha continuato a strattonarla ancora più violentemente, afferrandola per i capelli, per impossessarsi del bene.
L’intervento di un passante ha consentito di allentare il violento protrarsi dell’azione criminosa, e lo stesso passante ha avuto una colluttazione con il rapinatore per farlo desistere da quell’azione.
Una testimone dell’evento, presente davanti al plesso scolastico in attesa dell’uscita dei propri figli, avendo notato il tutto, ha contattato la Sala COT del Commissariato in oggetto, che ha subito disposto l’intervento sul luogo dell’evento di una Squadra volante.
La tempestività con la quale gli operatori della Squadra Volante sono giunti sul posto ha evitato che il reato di tentata rapina venisse portato a conseguenze ulteriori, assicurando alla giustizia il suo autore e riportando la donna nella condizione di serenità precedente.
L’Autorità Giudiziaria ha poi disposto l’immediata collocazione dell’arrestato presso le Camere di Sicurezza della Questura di Milano la celebrazione del rito per direttissima innanzi al Giudice del Tribunale Monocratico di Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here