Evaso catturato a Magenta, bloccato dalla Polizia di Stato è andato subito a processo

Polizia MagentaIl 46enne protagonista della vicenda, residente a Cornaredo (Mi), doveva scontare una pena fino a giugno del 2013. Tuttavia, di rimanere ai domiciliari per seguire un percorso di recupero presso il Sert di Milano, questo “originale” soggetto non voleva proprio saperne. Così, è scappato. Per la seconda volta nello stesso mese. Il 46enne, però, non ha avuto molto fortuna: gli agenti della Polizia stradale di Magenta (Mi) lo hanno infatti intercettato all’altezza di Settimo Milanese e, nonostante i suoi tentativi di nascondersi, lo hanno tratto in arresto. Processato per direttissima, è tornato ai domiciliari in attesa di un nuovo procedimento giudiziario.
La cattura è avvenuta nel pomeriggio di martedì 22 gennaio 2013.

 

Il 46enne si trovava a bordo di una Fiat Panda quando è incappato in un posto di blocco predisposto dalla Polstrada di Magenta, sulla statale Padana che collega Novara con Milano, all’altezza di Settimo Milanese.

 

In un primo momento, l’uomo ha cercato di nascondersi tra altri veicoli, ma gli agenti, insospettivi da una serie di manovre azzardate, lo hanno bloccato.

 

Non accontentandosi delle spiegazioni del conducente, che ha affermato di doversi recare in ospedale per trovare un familiare, gli agenti hanno proceduto ad eseguire approfonditi controlli.

 

Consultata la banca dati della centrale operativa, è emersa chiaramente la fedina penale dell’uomo, che deve scontare una serie di condanne definitive per un totale di 18 mesi, con scadenza nel giugno 2013. Già un mese fa, inoltre, il 46enne era stato già catturato e gli era stato contestato il reato di evasione.
Di fronte all’evidenza dei fatti, l’uomo ha confessato di essere in astinenza e di essersi allontanato da casa per reperire sostanze stupefacenti.

 

Il PM di turno ha poi convalidato il fermo, disponendo il processo per direttissima nella mattinata di ieri. Il giudice ha poi disposto il rinvio ai domiciliari in attesa di un nuovo processo, perché l’uomo è consumatore abituale di droghe e in cura presso il Sert di Milano.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Evasa arresti domiciliari per andare dal parrucchiere a rifarsi la piega

Evade dai domiciliari per inseguire la moglie dopo una lite, e picchia un passante in via Lorenteggio

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here