Scarsa sicurezza stradale via Don Orione Milano, Foto e segnalazione di Alessio Ruggeri

Mesi di segnalazioni, eppure il Comune non interviene: “Granelli faccia chiarezza!”. Continuate a scriverci a redazione@cronacamilano.it

Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da Alessio Ruggeri, Capogruppo Lega Nord presso il Municipio 2di Milano. La mail riguarda la scarsa sicurezza stradale di via Don Orione, in angolo con via Riccardi, dove il mancato intervento del Comune per la sistemazione dello specchio stradale rende la viabilità a rischio, in un punto dove peraltro già sono avvenuti diversi incidenti proprio negli ultimi mesi. Nel dettaglio:
TANTE RICHIESTE, MA IL COMUNE IGNORA – “ Nonostante io abbia inoltrato al Comune di Milano svariate richieste di sistemazione dello specchio stradale sito in via Don Orione angolo Riccardi – spiega Ruggeri –, nessuna di queste è mai stata presa in considerazione.
DOPO 11 MESI, SI RIPROVA – “A distanza di 11 mesi infatti – aggiunge –, mi trovo nuovamente a denunciare la totale assenza della manutenzione, che ricordo di competenza comunale, per quanto riguarda il ripristino e la messa in uso dei cartelli stradali e degli specchi divelti.
– “Le richieste di installazione di nuovi specchi – precisa ancora–, finalizzati a mettere in sicurezza diversi punti critici della viabilità del Municipio 2, inviate al settore in data 24 ottobre 2016, giacciono da un anno in un cassetto.
GIÀ CI SONO STATI DIVERSI INCIDENTI – “L’incrocio negli ultimi mesi è stato teatro di numerosi incidenti provocati dalla scarsa visibilità – prosegue il Capogruppo –, e mi chiedo cosa stia aspettando l’assessorato competente ad intervenire.
GRANELLI FACCIA CHIAREZZA – L’assessore Granelli faccia chiarezza – conclude Alessio Ruggeri –, l’appalto è stato affidato sì o no?  E se sì, quando? Saluti, Alessio Ruggeri”.

CONTINUATE A SCRIVERCI! – Invitiamo tutti i lettori, i comitati e le associazioni a continuare a scriverci a redazione@cronacmailano.it: daremo voce a tutti, per migliorare le condizioni di ogni quartiere di Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here