Convegno “La diffamazione tra media nuovi e tradizionali” 28 novembre 2017, nuovo incontro a Verona

L’avvocato milanese Alessandra Fossati prosegue il tour di presentazione del suo ultimo saggio, spiegando perché “L’anarchia della Rete è più uno stato mentale o un approccio non corretto del mezzo, che un dato di fatto”

Martedì 28 novembre 2017, presso l’ Università degli Studi di Verona, si svolgerà il convegno La diffamazione tra media nuovi e tradizionali, argomento attualissimo nonché ultimo saggio a firma dell’avvocato milanese Alessandra Fossati.
Il testo è stato già presentato a Milano, Modena e Roma (presso la Camera dei Deputati), ed è strumento efficace per fare chiarezza su responsabilità e tutela in ambito di diritto dell’informazione. Tra gli aspetti approfonditi, questioni nodali quali fake news e lesione di reputazione altrui, “attraverso un’attenta e aggiornatissima disamina – ha sottolineato Alessandro Munari, avvocato e socio fondatore di Munari Cavani Publishing – del panorama giurisprudenziale italiano e comunitario”.
L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Verona e dall’Ordine dei Giornalisti del Veneto.

Interverranno:
Michele Fiorini: avvocato, Istituto Adam Smith – Verona
Raffaele Cavani: avvocato e socio fondatore di Munari Cavani Publishing
Alessandro Rigoli: avvocato, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Verona
Lorenzo Picotti: avvocato, Professore Ordinario di Diritto Penale Università degli Studi di Verona
Stefano Catalano: avvocato, Professore Associato di Diritto costituzionale Università degli Studi di Verona
Maurizio Battista: giornalista, vice caporedattore de L’Arena
Roberto Bolis: giornalista
Alessandra Fossati: avvocato, socia di Munari Cavani Studio Legale

Convegno “La diffamazione tra media nuovi e tradizionali”
– Martedì 28 novembre 2017
– Ore 17,00
– Università degli Studi di Verona
– Dipartimento di Scienze giuridiche
– Aula Trabucchi, Palazzo di Giurisprudenza
– Via Carlo Montanari, 9
– Verona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here