Inter Fiorentina 2 a 1 Serie A sesta giornata, Milito e Cassano decisivi

Dopo oltre un mese e mezzo di gare ufficiali, anche i tifosi interisti possono esultare a San Siro. l’Inter, nel posticipo della sesta giornata contro la Fiorentina, sfrutta al meglio le ripartenze e, con Milito e Cassano, archivia la pratica già nel primo tempo. I Viola si rimettono in carreggiata con Romulo, ma da metà ripresa non riescono a tenere i ritmi così alti.

 

Dare continuità alla vittoria di mercoledì contro il Chievo e riconquistare San Siro dopo l’ultima deludente prestazione contro il Siena domenica scorsa; sono questi i due obiettivi di Stramaccioni che, nel match odierno, si affida ad un 3-4-1-2 con Ranocchia, Samuel e Juan Jesus in difesa davanti ad Handanovic. A centrocampo riposano Pereira e Guarin e si vedono capitan Zanetti, Cambiasso, Gargano e Nagatomo. In avanti c’è Coutinho alle spalle di Cassano e Milito.

 

Montella, autore di un sorprendente inizio stagione con la sua Fiorentina, si affida a Jovetic e Ljajic in avanti. A centrocampo dentr Pasqual, Borja Valero, Pizarro, Romulo e Cuadraro. In difesa, davanti all’ex Viviano, spazio a Rodriguez, Roncaglia e Tomovic.

 

Ottimo spunto dell’Inter al 4’ con un bel duetto tra Nagatomo e Coutinho che favorisce Cassano; il barese, però, invece di cercare il tiro si defila sulla sinistra per andare al cross. Niente di fatto: Tomovic sbroglia.

 

La risposta della Fiorentina arriva al 9’: colpo di tacco di Romulo per Cuadrado che disorienta Juan Jesus con una serie di finte e scucchiaia in area per Pasqual; il mancino, preso in controtempo, non riesce a controllare.

 

All’11’ secondo brivido per Viviano: sugli sviluppi di un corner tiro di prima intenzione di Coutinho e deviazione di Tomovic che, per poco, non finisce per beffare l’estremo difensore Viola. Pochi secondi dopo gran volée di Cambiasso che, con il mancino, calcia al volo: sfera che lambisce il palo.

 

È una bellissima partita in questo avvio; al 15’ Coutinho si lancia nell’area avversaria e crossa in mezzo dove Zanetti si procura un rigore per un fallo di mano di Rodriguez. Dal dischetto si presenta Milito: il Principe non sbaglia. Vantaggio neroazzurro.

 

Al 18’ spettacolo a San Siro: Nagatomo lancia Cassano sulla sinistra, il barese trova in mezzo Milito. La punta argentina, in una frazione di secondo, aggancia con il destro e tira una staffilata di controbalzo: traversa piena.

 

I Viola non stanno però a guardare ed al 20’ impegnano Handanovic con una bella punizione calciata dal giovane Ljajic. L’estremo difensore si distende e manda in angolo. Ancora gli uomini di Montella pericolosi al 25’: è Jovetic, in questa occasione, ad andare al tiro dopo essersi liberato bene di Gargano. Altro buon intervento di Handanovic.

 

Trenta secondi dopo altro duetto interessante tra Ljajic e Jovetic con il primo che, al momento del tiro, si fa murare da Samuel. Soffre l’Inter in questa fase. Al 27’ primo giallo del match: Giannoccaro lo sventola per Walter Samuel: inutile intervento in ritardo su Jovetic.

 

Al 30’ gol divorato da Milito; Coutinho, in mezzo al campo, recupera palla su Borja Valero e lancia Cassano; l’ex Milan vede l’inserimento del Principe e lo serve, ma l’argentino si fa murare da Viviano. Sulla ripartenza Viola altro giallo generato da Jovetic: questa volta tocca a Ranocchia.

 

Al 33’ la Fiorentina capitola; filtrante di Cambiasso per Cassano che, lasciato tutto solo da Roncaglia, non fallisce l’appuntamento con il gol. 2 a 0 per l’Inter e gara in discesa. Due minuti dopo altra ripartenza del Biscione con Coutinho che, dal limite dell’area, cerca il gol: Viviano blocca a terra.

 

Nonostante il doppio svantaggio, gli uomini di Montella non si abbattono ed al 40’ trovano la rete; cross al bacio di Pizarro e colpo di testa di Romulo che sfrutta al meglio la classica disattenzione difensiva dell’Inter.

 

Un minuto dopo Viola vicino al pareggio con Ljajic che entra nell’area piccola, ma viene fermato in uscita da Handanovic. Inter nuovamente presa in controtempo da Jovetic. In chiusura di tempo, al 44’, altra bella opportunità per Milito che, dal limite dell’area, va alla conclusione di interno destro: sfera che si spegne a lato.

 

La ripresa inizia con una novità per la Fiorentina: dentro Matias Fernandez al posto di Ljajic. Il cileno, dopo cinquanta secondi, si procura subito una punizione dal limite dell’area. Fallo commesso da Walter Samuel, ricordiamo già ammonito. Sugli sviluppi della stessa cross dalla sinistra di Pasqual e colpo di testa di Jovetic: palla ampiamente a lato.

 

Al 49’ ancora Viola in avanti: azione prolungata di Pizarro, Jovetic e Borja Valero e palla che arriva a Cuadrado. Intervento decisivo di Samuel. Al 54’ cartellino giallo anche per Fernandez che entra a gamba alta su Samuel.

 

Al 62’ Fiorentina in dieci per un fallo ingenuo di Rodriguez che atterra Nagatomo: secondo giallo per lui. Pochi secondi dopo giallo anche per Roncaglia. Fiorentina meno brillante in questa fase. Al 70’ secondo cambio per Montella: dentro Luca Toni per Cuadrado. Il tecnico Viola si gioca il tutto per tutto.

 

Partita molto fallosa in questa metà di ripresa: al 71’ ammonito anche Cambiasso; Stramaccioni inserisce Alvarez per un brillante Coutinho. Pochi secondi dopo fiammata di Milito che, su assist di Cassano, tira col destro ad incrociare. Palla deviata in angolo da Viviano. Sugli sviluppi del corner è ancora Viviano a salvare il risultato sulla conclusione mancina di Milito.

 

All’81’ secondo cambio anche per Stramaccioni: entra Mudingayi al posto di Cambiasso. Per i Viola dentro Migliaccio al posto di Borja Valero. All’84’ il tecnico romano dell’Inter richiama in panchina anche Milito: entra Guarin.

 

Nei minuti finali non succede alcuna azione degna di nota; il posticipo tra Inter e Fiorentina termina 2 a 1 per i padroni di casa. Neroazzurri che, prima del derby di domenica sera, dovranno cimentarsi in Europa League giovedì alle 18.00 a Baku contro il Neftci.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parma Milan 1 a 1 Seria A sesta giornata, Galloppa risponde ad El Shaarawi

Milan Cagliari 2 a 0 Serie A quinta giornata, El Shaarawi mattatore

Chievo Inter 0 a 2 Serie A quinta giornata, Pereira e Cassano decidono la sfida

Crisi Inter e Milan: Stramaccioni e Allegri rischiano l’esonero; analisi e soluzioni tattiche

Chiusura calciomercato estivo Inter e Milan, ecco il look definitivo 2012 – 2013 delle due società milanesi

Calciomercato Milan, i motivi dietro alle scelte di compravendita della società, attraverso l’analisi economico-finanziaria dell’impero Berlusconi 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here