Amichevoli Amburgo – Inter 1 a 1 e Valencia – Milan 1 a 2 sabato 27 luglio 2013

Logo_InterIn questo sabato 27 luglio 2013 sono andati in scena due importanti test europei per le milanesi. Da una parte Walter Mazzarri, impegnato con la sua Inter ad Amburgo, e dall’altra Massimiliano Allegri che con il suo Milan ha fatto visita al Valencia. I neroazzurri hanno chiuso 1 a 1, mentre i rossoneri hanno vinto 2 a 1.

 

AMBURGO – INTER: 1 a 1 – Mazzarri, in questa prima uscita stagionale europea ha confermato il modulo su cui ha lavorato maggiormente nel ritiro di Pinzolo: 3-5-2 con Palacio ed Icardi davanti. Mediana folta con  Nagatomo e Pereira sulle fasce e Alvarez, Cambiasso e Guarin in mezzo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per Campagnaro, Ranocchia e Juan Jesus.

– Gli avversari, invece, vantano in squadra Van der Vaart e Rudnevs; Amburgo, però, molto più avanti nella preparazione visto che giocherà la prima partita ufficiale della stagione 2013-2014 già il 4 agosto 2013.

– Parte subito bene l’Inter di Mazzarri visto che al 2’ è già in vantaggio grazie ad Icardi che finalizza una bellissima azione neroazzurra avviata da Guarin.

– L’Amburgo, una volta sotto, cerca di riconquistare subito il pareggio, ma deve fare i conti con un ottimo Handanovic che in più occasioni nega la rete ai tedeschi, come all’11’ quando respinge da distanza ravvicinata un bel tiro di Rudnevs. O come pochi secondi dopo, quando vola e mette in angolo un tiro potente di Arslan.

– Il portierone sloveno, però, non può nulla al 47’ quando Rudnevs anticipa bene Andreolli, subentrato a Ranocchia nell’intervallo, e deposita in rete. Partita nuovamente in parità.

– I neroazzurri cercano di trovare il vantaggio tra il 69’ ed il 70’ con Belfodil prima e Palacio poi; in entrambe le occasioni Drobny, portiere dei tedeschi, riesci a metterci una pezza ed a respingere.

Nell’ultimo quarto di match non succede più nulla. Il test in terra tedesca termina 1 a 1 con Mazzarri che davanti ai microfoni si dichiara soddisfatto per la forma mostrata dai suoi.

 

VALENCIA – MILAN: 1 a 2 – Il quarto anno di Allegri sulla panchina rossonera sembra iniziare con il piede giusto. Nel primo test importante di questa stagione il Diavolo si è imposto per 2 a 1 sul Valencia grazie alle reti di Robinho e De Jong.

– Il mister livornese senza Montolivo e Balotelli ha affidato il centrocampo a De Jong, Poli e Nocerino e l’attacco a Robinho, Boateng e Petagna. In difesa, davanti ad Abbiati, spazio ad Antonini e Constant sulle fasce con Bonera e Mexes in mezzo.

– La partita non inizia su ritmi entusiasmanti; il Diavolo, ad ogni modo, al 20’ beneficia di un calcio di rigore per fallo di Guaita su Poli. Robinho, così come al Trofeo Tim, sbaglia, ma si riscatta pochi secondi dopo quando sigla il vantaggio di destro sfruttando al massimo un assist di Poli.

– Nonostante qualche leggerezza difensiva di troppo, al 38’ i rossoneri raddoppiano con De Jong che, dalla lunga distanza, silura Guaita di destro. Bellissimo gol per il centrocampista olandese.

– La ripresa inizia con gli spagnoli che accorciano: bella azione del Valencia che finalizzano con Parejo e si portano sul 2 a 1. Nei minuti successivi i padroni di casa cercano il forcing per trovare il pareggio, ma finisce così.

 

CHE CONCLUSIONI TRARRE DA QUESTI DUE TEST? – Iniziamo dall’Inter, la prima ad essere scesa in campo quest’oggi. La squadra di Mazzarri, almeno a tratti, ha mostrato un discreto gioco soprattutto grazie al duo Alvarez-Guarin.

– La forma fisica, causa i carichi di lavoro dei giorni passati a Pinzolo, latita ancora soprattutto in alcuni elementi, vedasi Pereira. I due che hanno maggiormente impressionato in questa amichevole sono stati Handanovic, autore di diverse parate decisive, ed Icardi, autore dell’iniziale vantaggio.

– Sul fronte mercato il test contro l’Amburgo ha mostrato chiaramente che Andreolli non può essere la prima riserva nel pacchetto difensivo e che a centrocampo si può ancora migliorare, sia sulle fasce che sulla mezz’ala. Isla e Nainggolan, quindi, sono due obiettivi sicuramente utili per migliorare ulteriormente la squadra.

– Rossoneri decisamente più pronti, anche da un punto di vista fisico, rispetto all’Inter. Normale che sia così visto che tra venti giorni circa il Diavolo sarà impegnato ai preliminari di Champions League.

– Allegri, inoltre, non ha potuto contare su alcuni big come Abate, Montolivo, El Shaarawi e Balotelli. Ciò che sembra mancare ancora al Diavolo è un centrocampista di qualità sopra la media da affiancare all’ex Viola di Caravaggio e che possa rimpiazzare Nocerino.

– Da qui è nata l’idea Honda che, qualora arrivasse a Milanello, verosimilmente prenderebbe posto come mezz’ala e non come trequartista essendo un po’ troppo lento per il dinamismo tipico del calcio italiano.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Calciomercato Inter 2013: guardare avanti con chiarezza, per ottenere risultati

Coppa Italia 2013 – 2014, tabellone e possibili avversarie di Inter e Milan

Trofeo Tim 2013 Milan, Juventus e Sassuolo: cronaca in tempo reale, fino alla vittoria

Scambio Inter Milan: Ranocchia per Boateng, Kuzmanovic per Nocerino. Tutte le news

Offerta Thohir per comprare l’Inter, a Moratti 260 milioni di euro per l’80% del club dettagli, offerta e sviluppi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here