Cagliari – Inter 1 a 2 Serie A ventiquattresima giornata, quanti rischi al Sant’Elia

Lukas PodolskiNon senza ansia e patemi d’animo, ma alla fine la terza vittoria consecutiva è arrivata. Roberto Mancini è riuscito nell’impresa di dare continuità alle vittorie contro Palermo ed Atalanta ed ha ottenuto il terzo successo in altrettante partite, realizzando una serie positiva che ad Appiano Gentile non vedevano dall’autunno del 2012, quando sulla panchina c’era il giovane Stramaccioni. L’Inter si rialza e vede l’Europa League a un passo; ora testa al ritorno di Europa League contro il Celtic.

 

Qualche cambio di formazione per Roberto Mancini che in attesa del ritorno di Europa League di giovedì contro il Celtic decide di dare più spazio a Kovacic e lo schiera alle spalle del duo Podolski (nella foto) -Icardi. Centrocampo con Guarin, Medel e Brozovic. In difesa, davanti a Carrizo, spazio per Santon e Campagnaro sulle fasce con Juan Jesus e Vidic in mezzo.

 

Di fronte Zola si schiera con il 4-3-2-1 con M’Poku e Cossu alle spalle di Cop. Centrocampo con capitan Conti, l’ex Crisetig e Donsah. In difesa, davanti a Brkic, spazio per Dessena, Rossettini, Capuano ed Avelar.

 

Inizia subito forte l’Inter e al 5′ si porta in avanti sugli sviluppi di un corner: calcio d’angolo di Podolski e Brkic esce a sventare ogni problema. Al 9′ ci prova Guarin in sforbiciata, ma la palla termina a lato.

 

Al 14′ primo cartellino del match: Brozovic è costretto ad atterrante M’Poku che approfitta dell’errore di Campagnaro. Giallo per il centrocampista croato.

 

Al 20′ grande chance per l’Inter: Icardi schucchiaia per Podolski che entra in area e salta per due volte il portiere; è però costretto ad arretrare e non riesce a trovare il tiro. Ci prova Brozovic, ma la sua conclusione termina ampiamente a lato.

 

Al 24′ altra chance per Podolski: il tedesco colpisce di testa, ma angola troppo e il suo tiro termina a lato. Passano pochi secondi ed è la volta di Icardi: verticalizzazione di Medel con l’argentino che salta Brkic, ma finisce per allungarsi troppo il pallone.

 

Al 30′ Brkic nuovamente protagonista con una bella parata sulla rasoiata di Brozovic dal limite dell’area. I neroazzurri stanno giocando davvero molto bene in questa mezz’ora.

 

Al 36′ pericoloso il Cagliari: M’Poku va sul fondo e mette in mezzo per Cop, ma Santon copre bene e allontana la sfera. Pochi minuti dopo giallo anche per Cop che stende Campagnaro.

 

Al 40′ ancora Medel alla conclusione: il suo tiro viene deviato sopra la traversa da Rossettini. L’ultimo tiro arriva al 45′ e porta la firma di Guarin: palla bloccata bene da Brkic.

 

Finisce qui il primo tempo. Mazzoleni manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0. Un pareggio che non rende merito al bel primo tempo disputato dall’Inter, una squadra che appare sempre più squadra e che inizia a definire geometrie di gioco davvero interessanti.

 

La ripresa inizia senza cambi, nessuna sostituzione per le due squadre. Neroazzurri che legittimano quasi subito il vantaggio territoriale del primo tempo: è il 47′ quando Podolski serve in mezzo Icardi che lavora la sfera e serve Kovacic a rimorchio. Il croato la piazza sotto la traversa con il mancino. 0 a 1 per l’Inter.

 

Passano due minuti ed il Cagliari cerca la reazione immediata: sinistro dal limite di Donsah e palla bloccata a terra da Carrizo. Al 56′ primo cambio per Zola: dentro Longo per Cop. Al 57′ chance incredibile per Cossu che si divora il pareggio a tu per tu con Carrizo; conclusione incredibilmente a lato dal limite dell’area piccola.

 

Ora è un buon momento per i sardi. Al 58′ ci prova anche M’Poku che ruba palla a Juan Jesus e salta Medel, ma viene fermato dall’uscita di Carrizo. Al 61′ erroraccio di Medel che regala palla a Longo, ma Carrizo gli chiude lo specchio della porta.

 

Al 67′ dentro anche Joao Pedro per Cossu; Mancini, invece, rimane a guardare l’avanzata lenta del Cagliari. Il Cagliari non è cinico, l’Inter sì. E’ il 68′ quando Icardi, servito sulla destra da Medel, rientra e calcia di sinistro. Pallone potente che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Brkic non può nulla: 2 a 0 per i neroazzurri.

 

Al 72′ terzo ed ultimo cambio per Zola: dentro Ceppitelli per Crisetig. Passano due minuti ed i padroni di casa riaprono la partita: Longo vince il contrasto con Juan Jesus e va alla conclusione di destro. Tiro potente che sbatte contro il palo prima e contro la schiena di Carrizo poi. E’ rete, è un gol davvero bello. Il primo con la maglia dei rossoblù per l’attaccante cresciuto nella Primavera dell’Inter.

 

Ora il Cagliari ci crede. Al 76′ destro micidiale di M’Poku dai venticinque metri. Carrizo si tuffa, ma non ci arriva. Palla che lambisce il palo. Pochi secondi dopo ancora Longo nel vivo del gioco: la giovane punta mette scompiglio nell’area piccola, ma non ci arriva nessuno.

 

Al 78′ è Guarin ad allontanare la sfera rimediando a un errore in uscita di Carrizo. Che pressione ora i sardi.

 

All’89’ bruttissimo intervento di Campagnaro che salta in modo scomposto e colpisce con i piedi la testa M’Poku. Mazzoleni ferma il gioco, ma non sanziona l’ex Napoli con il cartellino rosso. Nei minuti finali il Cagliari fatica a creare nuove occasioni da rete e la partita scorre lenta fino al 93′ quando Mazzoleni manda tutti negli spogliatoi.

 

Inter che mette assieme la terza vittoria consecutiva grazie alla solita grande prestazione di Icardi, sempre più bomber neroazzurro, e grazie a una bella prova di Kovacic, tornato titolare dopo diverse panchine.

 

Vittoria molto importante per l’Inter che sale a quota 35, al pari di Sampdoria e Genoa in attesa del derby della Lanterna che andrà in scena domani sera. Davanti c’è la Fiorentina a 39 e la Lazio a 40 punti. L’Europa League torna un obiettivo raggiungibile.

 

Neroazzurri che torneranno in campo giovedì 26 febbraio alle 19.00 per affrontare a San Siro il Celtic nel ritorno dei Sedicesimi di finale di Europa League. La Serie A ritorna domenica 1° marzo alle 18.00, con la sfida casalinga contro la Fiorentina.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Cesena 2 a 0 Serie A ventiquattresima giornata, il Diavolo torna alla vittoria

Celtic – Inter 3 a 3 andata Sedicesimi di finale Europa League, ritorna la “pazza Inter”

Atalanta – Inter 1 a 4 Serie A ventitreesima giornata, Mancini vola con Guarin

Inter – Palermo 3 a 0 Serie A ventiduesima giornata, una vittoria importantissima

Chiusura calciomercato invernale 2015, Antonelli e Paletta al Milan, Osvaldo all’Inter ma nulla di fatto con Rolando

Bocchetti e Destro al Milan, Galliani risponde così alle critiche. Tutto sul calciomercato rossonero

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here