Lazio – Inter 2 a 3 Serie A trentottesima giornata, i neroazzurri volano in Champions

Neroazzurri in estasi: Lazio battuta ed è Champions League dopo sei stagioni

Inter in estasi: dopo sei stagioni i neroazzurri tornano in Champions League battendo per 3 a 2 la Lazio in una partita ricca di emozioni e di fisicità. Biancocelesti autori di un gran primo tempo, con i neroazzurri bravi a rispondere nella ripresa. Vecino regala il 3 a 2 finale!
Tutto confermato per Spalletti che si affida all’ormai collaudato Rafinha, Perisic e Candreva alle spalle di Icardi. Centrocampo con Brozovic e Vecino. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Cancelo, Skriniar, Miranda e D’Ambrosio.
Biancocelesti che iniziano subito forte ed impegnano Handanovic al 9′ con un gran colpo di testa di Milinkovic-Savic. E’ il preludio a quanto accade poco dopo: gol di Marusic, con deviazione decisiva di Perisic.
Poco dopo ammonito Brozovic per una brutta entrata su Milinkovic. E’ una partita molto fisica fin qui: sono tante le interruzioni per falli da parte di entrambe le squadre. Al 23′ giallo per Miranda, poi ammonito anche Luiz Felipe.
Al 30′ azione confusa nell’area della Lazio con D’Ambrosio che sigla il pareggio con un tap-in vincente dopo una respinta corta di Strakosha. Nel finale del primo tempo ammoniti Lulic e Lucas Leiva, ma al 41′ è Felipe Anderson a siglare il 2 a 1.
La ripresa inizia con un’ammonizione di D’Ambrosio per fallo di Felipe Anderson. Passano cinque minuti ed Handanovic si supera su cross di Murgia. Al 61′ Spalletti cerca la reazione inserendo Eder per uno spento Candreva, ma è sempre la Lazio a rendersi pericolosa e a creare gioco.
Al 70′ dentro anche Karamoh per Rafinha. Al 71′ Rocchi fischia un rigore per l’Inter per un presunto tocco di mano di Milinkovic, ma al Var torna sui suoi passi e lascia proseguire.
Passano due minuti e De Vrij stende Icardi in area: questa volta è rigore. Dal dischetto si presenta Icardi. 2 a 2 e partita riaperta. La Lazio accusa il colpo ed al 79′ rimane in dieci per un doppio giallo a Lulic.
All’82’ dentro anche Ranocchia per sfruttare le palle inattive e un minuto dopo arriva il 3 a 2 firmato Vecino, poi ammonito, bravo a colpire di testa sugli sviluppi di un corner.
La Lazio è definitivamente stesa: gli uomini di Inzaghi provano a reagire, ma il peso della rimonta è troppo per poter cercare di ristabilire la parità. All’Olimpico finisce 3 a 2 per l’Inter che vola in Champions League come quarta; dovrà passare dai preliminari di agosto.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here