Lettera aperta FIAB ai dirigenti dell’azienda di trasporto ferroviario regionale lombardo Trenitalia-LeNord: servono risposte e fatti concreti

Di seguito la lettera aperta che l’Associazione Onlus Fiab, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ha rivolto ai dirigenti dell’azienda di trasporto ferroviario regionale lombardo Trenitalia-LeNord:

 

“È da poco iniziata la primavera e come i fiori che sbocciano sui prati le biciclette si moltiplicano sulle strade, soprattutto durante i week-end. Ed è durante i week-end che possono presentarsi i problemi che molti cicloturisti lombardi conoscono: come portiamo la bicicletta sul treno? Quali sono le norme che regolano la bici al seguito del viaggiatore?


Già lo scorso anno si sono verificati non pochi disguidi dovuti prima di tutto ad una carenza di informazioni, oltre alla cronica mancanza di strutture ferroviarie adeguate.

 

Dallo scorso anno la FIAB sta cercando di avere un’interlocuzione con qualcuno in grado di prendere delle decisioni, ma tutto quello che siamo riusciti ad ottenere è stato un incontro con graziose e gentili signore (e le donne in questi casi sono sempre delle “ottime risorse” lavorative per le aziende) che hanno l’unico compito di mantenere sereni i rapporti con le associazioni.

 

Dallo scorso anno ci viene chiesto di avere pazienza perché ci sono problemi nell’organizzazione della nuova Azienda di Trasporto Ferroviario regionale e la prima domanda è: questa nuova azienda è in grado di dare dei tempi? 1 mese, 1 anno, 2 anni? Oppure naviga a vista?

 

Consapevoli e coscienti dei problemi di bilancio di ogni amministrazione pubblica, dallo scorso anno facciamo proposte che richiedono impegni finanziari pressoché nulli ma che possono dare introiti all’azienda.

 

Domanda: perché l’azienda non è interessata ad aumentare il numero dei suoi clienti? Perché se i treni viaggiano vuoti, come mediamente succede su molte tratte ferroviarie il sabato e la domenica, l’azienda non vuole i biglietti doppi dei clienti ciclisti?

 

Queste sono le semplici domande che vorremmo porre a qualcuno della nuova Azienda, in grado di dare delle risposte ma anche di trovare delle soluzioni prima che il problema rientri nell’elenco interminabile delle italiche emergenze”.

 

Per ulteriori informazioni:

– FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta

– Coordinamento Regione Lombardia

– via Prov.le S. Angelo 17/D – 20070 Cerro al Lambro

– telefono 335-54.76.520

 

Leggi anche:

Elenco 600 zone inquinate Milano e Lombardia, Aidaa esige risposte

Carpooling e bike sharing Milano, accordo Comune, Autostrade per l’Italia e Atm, e vantaggi per i cittadini, ecco quali


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here