Truffa Telethon carcere San Vittore Milano, un detenuto romeno clonava carte dal call center delle prigione dove era rinchiuso

Arrestato per avere clonato delle carte di credito, è riuscito a beffare dal call center del carcere di San Vittore Telethon e la giustizia, commettendo lo stesso reato.

 

L’INTRAPRENDENTE DETENUTO – Protagonista della vicenda Marius Eliodor Braditeanu, rumeno di 37 anni, rinviato a giudizio dal pubblico ministero Silvia Perrucci.

 

IL REATO DI CLONAZIONE E IL LAVORO AL CALL CENTER DEL CARCERE

  • Nel 2007 l’uomo si trovava a San Vittore con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla clonazione di carte di credito.
  • Malgrado questa ipotesi di reato, a dicembre è riuscito a ottenere un lavoro al call center istituito per la raccolta di fondi per Telethon e gestito dai detenuti all’interno del penitenziario.
  • Ne avrebbe approfittato, per trascrivere i numeri identificativi e i codici operativi delle carte di credito dei numerosi donatori che nel periodo di Natale hanno chiamato per fare beneficenza.

 

LA DENUNCIA IN FLAGRANZA

  • A denunciarlo è stato un agente della polizia giudiziaria, che lo ha sorpreso in flagranza.
  • Un rapido controllo ha consentito di appurare che il rumeno stava trascrivendo i numeri su un blocchetto.

 

LE VITTIME RAGGIRATE CON I VERSAMENTI A TELETHON – Braditeanu è stato subito sospeso dal lavoro, ma questo non ha impedito che una donna di 57 anni fosse derubata di 1.269 euro attraverso 5 prelievi effettuati da ignoti complici con i suoi dati il 14 gennaio successivo da Benevento, dall’Irlanda, dall’Inghilterra e dalla Francia.

 

RINVIO A GIUDIZIO

  • Secondo il pm, dunque, il rumeno avrebbe violato ancora una volta la Legge sulle carte di credito al fine di trarne profitto per sé e per altri rimasti ignoti.
  • Di qui il rinvio a giudizio: il processo comincerà il 7 novembre davanti alla sesta sezione penale. (fonte: AGI)

 

Leggi anche:

Detenuto truffatore dentro San Vittore, keniano si spaccia per dipendente del Ministero per recuperare mazzette dai familiari dei detenuti

Condannato truffatore online denunciato 84 volte, la sua specialità era vendere biglietti falsi attraverso un finto sito del Milan

Bancomat clonati Milano, Polizia arresta 6 stranieri


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here