Rapinatori travestiti da anziani come nel fumetto Lucky Luke

CCI Carabinieri della Compagnia Porta Magenta, in collaborazione con le Forze dell’Ordine austriache, hanno smascherato una banda di tre esperti rapinatori che si fingevano anziani per svaligiare banche e uffici posatali.

 

I tre agivano con una tecnica “tanto pittoresca quanto infallibile”, che aveva portato a raccogliere un bottino totale di un milione e mezzo di euro: con tanto di barba e baffi finti, occhiali da sole e un bastone, entravano negli istituti di credito zoppicando, con la schiena piegata dai sacchi in realtà destinati a venire riempiti dalla refurtiva.

 

Il gruppo di rapinatori aveva già compiuto 10 colpi a Vienna, a danno di banche e uffici postali, tra il 2007 e il 2009, ed era stato ribattezzato “La banda dei Dalton” per la somiglianza con i noti malviventi del fumetto “Lucky Luke”.

 

I tre componenti, infatti, erano “Il piccolo”, 39enne serbo di 160 centimetri d’altezza, “il medio”, italiano di un metro e 75 scomparso dal 2009, e “l’alto”, capo-banda argentino di 185 centimetri,

 

Proprio quest’ultimo, Alfredo Caputo Santiago, argentino di 55 anni, già detenuto per furto nel carcere di Opera, è stato arrestato ieri mattina a Milano dai Carabinieri della Compagnia Porta Magenta, in collaborazione con le Forze dell’Ordine austriache, ed è stato quindi tradotto in carcere.


Rimane solo  da sperare che una lime dentro una pagnotta non faccia ricominciare tutta la storia!

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here