Allontanamento nomadi via Chiesa Rossa, alcuni erano titolari di appartamenti in Lombardia ed altri erano intestatari di contratti di affitto a Milano

NomadeGli allontanamenti eseguiti dall’insediamento autorizzato di Via Chiesa Rossa rientrano nel regolamento approvato dal Commissario straordinario per l’emergenza Rom, prefetto Gian Valerio Lombardi, e sono stati adottati nei giorni scorsi dal comitato di gestione dei campi, che fa capo all’assessorato alle Politiche Sociali”.

 

E’ quanto ha commentato l’Assessore alle Politiche Sociali Mariolina Moioli, dopo l’intervento che ieri ha portato all’allontanamento dal campo di Via Chiesa Rossa di un nucleo di nomadi italiani di 15 persone e all’abbattimento di quattro abitazioni.

 

Sul posto anche Vigili del Fuoco, Nuir, A2a, Croce Rossa, Protezione Civile e servizi sociali del Comune.

 

Due capifamiglia dei nuclei allontanati – ha proseguito l’assessore – risultano infatti proprietari di immobili in Lombardia. Un altro risulta essere intestatario di un contratto d’affitto nella provincia di Milano. Altri nuclei, inoltre, sono rimasti assenti dai campi per diversi mesi. Queste violazioni al regolamento ne hanno determinato l’allontanamento“.

 

“Anche l’intervento di ieri – conclude Mariolina Moioli – rientra nel vasto piano finanziato dal Ministero dell’Interno che prevede la graduale chiusura dei campi, l’alleggerimento del numero di famiglie e la messa in sicurezza delle aree individuate, che saranno poi soggette a ristrutturazione.”


Leggi anche:

Stupro via Pasteur 4 sudamericani contro una ventiduenne romena

Tentato stupro di 7 rom contro 3 ragazze nomadi, aggredite e picchiate con calci e pugni

Rissa campo nomadi via Barzaghi con bastoni, schiaffi e pugni

Ex scuola materna via Berlese occupata da rom. De Corato: Sono già 102 gli allontanamenti. Una maggiore severità avrebbe un effetto deterrente

Autostrada A8, svincolo Rho-Pero: alle 18 circa di oggi, ragazzi rom lanciano tondini in ferro dal cavalcavia e colpiscono un pullman pieno di persone

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here