Sgombero appartamento Aler via Barrili Milano, ci era entrata una ragazza di 17 anni incinta di 8 mesi

E’ successo alle 23,15 di sabato 1 giugno 2013, in via Barrili.

 

Protagonista della vicenda è una ragazza di 17 anni incinta di 8 mesi.

 

In base a quanto emerso la giovane, in compagnia di alcuni amici che hanno sfondato la porta di una casa Aler, ha preso possesso di un appartamento di via Barrili.

 

L’ingresso sfondato, tuttavia, è stato notato da un cittadino che si stava recando a far visita alla propria madre presso un appartamento adiacente e, quindi, ha segnalato il fatto al 113.

 

Intervenuta una pattuglia, gli agenti sono entrati nell’abitazione trovando su un materasso la minore, che ha spiegato di aver scelto quella soluzione, su consiglio degli amici, poiché in cattivi rapporti con la madre, una donna di 40 anni agli arresti domiciliari.

 

La giovane ha comunque liberato l’alloggio senza fare resistenza ed è stata accompagnata all’ospedale San Paolo per accertamenti del caso.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Proteste contro Comune Milano, Comitato Abitanti San Siro occupa assessorato alla Casa in via Larga per le promesse non mantenute

Presidio Milano Comitato Abitanti San Siro: il Comune non ha bloccato gli sfratti, il vento non è cambiato

Ragazza aggredita Milano via Neri, presa a pugni in faccia e ferita con un coltello alle 3 del pomeriggio

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. PECCATO !!!!!
    se era una zingara rom, CERTAMENTE
    le spettava a pieno diritto, il contratto regolare, per l’alloggio.
    ma…..purttroppo era un’ita(GL)iana………………..

    eh si la minoranza etnica, pesa, sul ceto sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here