Bimbo morto Milano piazza Insubria, aveva assunto un’aspirina, ma l’acido acetilsalicilico può essere pericoloso per neonati e adolescenti

Ambulanza_in_chiamataNon aveva che un anno di vita il bimbo morto sabato 11 gennaio 2014, alle 10.30 circa, in uno stabile di piazza Insubria – in zona Cuoco-Molise – in seguito all’assunzione di un’aspirina.

 

LA VICENDA – Secondo quanto ricostruito dagli agenti di Polizia, giunti sul posto subito dopo la tragedia, la madre del piccolo, una donna filippina di 20 anni, venerdì sera avrebbe somministrato il noto analgesico al figlio, per guarirlo da una leggera forma influenzale.

– Un gesto spontaneo, quasi banale, con cui la donna voleva semplicemente alleviare la sofferenza di suo figlio. Ma che si è rivelato imprevedibile e dagli esiti nefasti.

 

IL DRAMMATICO EPILOGO – L’indomani, infatti – stando a quanto racconto dalla donna alle forze dell’ordine – al risveglio il piccolo non respirava già più.

– Immediata, a quel punto,  la telefonata al 118. La filippina si è immediatamente catapultata in strada ad attendere l’arrivo dell’ambulanza. Ma quando gli operatori hanno visitato il piccolo, purtroppo, non c’era più niente da fare.

 

ASPIRINA E NEONATI: PRESTARE ATTENZIONE – In attesa che si faccia chiarezza sulle reali cause che hanno portato alla morte del piccolo, ecco alcuni consigli sulla somministrazione di aspirina a neonati e adolescenti:

– L’aspirina, nota anche come acido acetilsalicilico, è un farmaco che viene assunto dagli adulti come analgesico, come antipiretico  e come blando antinfiammatorio.

– Forse non tutti sanno, però, che nei bambini e negli adolescenti l’aspirina non viene più usata per alleviare i sintomi parainfluenzali o delle più note patologie virali. Il rischio, infatti, è quello dell’insorgenza della sindrome di Reye.

– Si tratta di una malattia acuta e dalle cause tuttora poco chiare che insorge in seguito ad un’infezione virale dovuta, nella maggior parte dei casi, ad assunzione di acido acetilsalicilico.

– Ad essere colpiti sono quasi esclusivamente i bambini. Il suo decorso, purtroppo, nella maggioranza dei casi è letale.

 

APPROFONDIMENTO SUGLI INCIDENTI DOMESTICI: COME EVITARLI – Per l’approfondimento di CronacaMilano su come evitare gli incidenti domestici, CLICCA QUI

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Incidenti domestici: caratteristiche, regole per evitarli e dettagli

Bambino morto Como Limido Comasco, cade da una sedia e una scheggia gli taglia la carotide

Ticket Area C Milano, corsi Croce Rossa sospesi perché Comune nega esenzioni ai volontari

Bambina morta Milano via Terracina folgorata dal phon, illesi fratellini con lei nella vasca da bagno

S.P.