Alunne molestate Milano, arrestato insegnante

ArrestoL’operazione è stata svolta ieri mattina dal nucleo tutela donne e minori della Polizia locale. Gli agenti, su mandato dell’Autorità giudiziaria.

 

ARRESTI E DENUNCE – La Polizia locale ha eseguito una misura di custodia cautelare in carcere per un insegnate di 61 anni, senza precedenti specifici, docente in una scuola media paritaria.

Secondo quanto spiegato, le accuse verso l’uomo sono di molestie sessuali reiterate ai danni di 5 ragazze minori di 14 anni, sue alunne.

– Oltre al professore sono state denunciate altre quattro persone, tra cui la attuale direttrice dell’istituito, il precedente preside e due insegnanti, per condotte omissive e per aver rivelato atti del procedimento durante le indagini.

 

LA SEGNALAZIONE, “TARDIVA” PER GLI INQUIRENTI – L’inchiesta ha avuto inizio dalla segnalazione fatta dalla preside dell’istituto al settore Educazione del Comune. Tale segnalazione però, secondo gli Inquirenti sarebbe arrivata “tardiva”, circostanza che ha portato alla formulazione di una denuncia nel confronti della donna.

 

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – Secondo quanto spiegato, sarebbero state due operatrici di un laboratorio teatrale a contattare la preside, dopo aver ricevuto da una delle alunne una lettera contenente uno sfogo nei confronti del professore.

– In base a quanto noto finora, le molestie sarebbero avvenute nel 2014 ma, per gli investigatori, esisterebbero segnalazioni relative a fatti simili risalenti fino al 2011.

– A seguito di indagini ferratissime, gli Inquirenti hanno spiegato che, i palpeggiamenti del docente, sarebbero avvenuti in classe, dietro alla cattedra, quando le alunne andavano a consegnare i materiali, o all’uscita dall’istituto.

 

LE ACCUSE – Le imputazioni formulate per il docente sono molto gravi: molestie sessuali pluriaggravate dalla giovane età delle vittime e dall’abuso della posizione di docente.

– Denunciati anche altre 4 persone reputate responsabili, dagli investigatori, di comportamenti omissivi e omertosi e di omessa denuncia, oltre che di rivelazione di atti del procedimento in corso.

– A sostegno di tale impianto accusatorio ci sarebbero anche alcune intercettazioni telefoniche, nelle quali i docenti indagati, parlando tra loro, secondo gli Inquirenti mostrerebbero di essere a conoscenza delle propensioni del collega.

– Le indagini rimangono in corso.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Donna violentata da albanese Milano, è un irregolare con precedenti e 8 identità. Cosa fare e i centri da contattare in caso di stupro

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here