Rapina gioielleria via Paolo Sarpi Milano, commesse legate e imbavagliate in piena mattina

GranelliA pochi giorni dall’operazione “Nuova China”, condotta dal Comando provinciale dei Carabinieri di Milano e che ha sgominato una pericolosa gang cinese che si apprestava ad assumere posizioni di comando nella gestione del territorio e delle attività illegali nella Chinatown milanese, il quartiere torna purtroppo a far parlare di sé (nella foto Marco Granelli, assessore alla Sicurezza di Milano).

.

COMMESSE LEGATE E IMBAVAGLIATE – La notizia è quella di una rapina portata a termine in una gioielleria di via Paolo Sarpi, poco dopo le 10.00 di ieri, ad opera  di due sconosciuti. Ad allertare le forze dell’ordine è stato un passante, che pare abbia assistito a parte dell’azione.

– Secondo quanto ricostruito dagli agenti, due individui a volto coperto e con occhiali da sole hanno fatto irruzione nel negozio armati di pistola. Dietro la minaccia delle armi hanno intimato alle due commesse presenti – una cilena di 46 anni e un’italiana 58enne – di consegnare gli orologi esposti in vetrina. Dopo aver intascato il bottino,  hanno poi provveduto ad imbavagliare le due malcapitate e a legarne i polsi con alcune fascette da elettricista.

.

LA FUGA A BORDO DI UN’AUTO RUBATA – Una volta in strada, i malviventi sono saliti a bordo di un’Alfa Romeo Giulietta munita di un’insegna da taxi sul tettuccio e si sono dileguati.

– L’auto, risultata rubata il 21 maggio scorso, è stata rinvenuta abbandonata a poche centinaia di metri dal luogo del misfatto. Dei due criminali, però, non vi era ormai più alcuna traccia.

– Le due commesse, a parte il grosso spavento, non hanno riportato ferite. L’ammontare del bottino – sebbene quantificabile in diverse centinaia di euro – non sarebbe stato ancora comunicato. Le indagini sono tuttora in corso.

.

L’AUMENTO DEI REATI REGISTRATI A MILANO DAL 2011-2014 – L’escalation di microcriminalità che si sta registrando in via Paolo Sarpi non è ascrivibile al solo quartiere. Il fenomeno, negli ultimi anni, sta imperversando un po’ ovunque, interessando tanto il centro città quanto la periferia.

– Di seguito, l’aumento dei reati registrati dalla Questura di Milano, nel quadriennio 2011-2014:

– Furti con strappo: +49,48%

– Furti in abitazione: +18,82%

– Furti in esercizi commerciali: +19,26%

– Furti con destrezza: +12,41%

Rapine in abitazione: +37,58%

– Rapine in uffici postali: +30%

– Rapine in esercizi commerciali: 9,33%

– Delitti informatici: +94,05%

Estorsioni: +20,22%

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

S.P.