Tassista aggredito Milano, esplode il problema della sicurezza dei tassisti su territorio meneghino

Marco-GranelliRimangono gravissime le condizioni di Alfredo Famoso, il tassista di 68 anni aggredito domenica sera tra via Morgagni e piazzale Bacone.

 

L’uomo era stato colpito da un pedone con una confezione di 6 bottiglie d’acqua, a seguito di una lite provocata da una presunta mancata precedenza.

 

Cadendo a terra, la vittima ha sbattuto violentemente il capo contro la ruota di scorta esterna di una jeep parcheggiata.

 

Ferito e da subito in condizioni di massima serietà, il tassista  è stato soccorso e trasportato privo di conoscenza in codice rosso all’ospedale Niguarda, dove è stato sottoposto ad una operazione volta a diminuire l’ematoma riportato.

 

Il 68enne, attualmente, è ricoverato in neuro-rianimazione con una prognosi ancora riservata.

 

Nel frattempo, la Polizia ha identificato l’aggressore: senza precedenti penali, è un uomo di 48 anni, italiano, che si occupa di tenere corsi di informatica per aziende.

 

Dopo essere stato condotto in Questura, l’uomo è stato indagato per tentato omicidio.

 

Mentre gli agenti hanno spiegato che, dopo essere stato fermato, ieri pomeriggio, il 48enne ha affermato di aver capito quali sono le condizioni di salute in cui versa il tassista, ed “è ora provato e dispiaciuto”, sono invece prostrati dal dolore i familiari della vittima.

 

Il figlio del tassista ha affidato a Facebook il proprio sconfinato dolore: “Colleghi, amici, mio papà è morto, è tenuto in vita da una macchina ma aspettano di toglierla. Scusate se ho scritto su Facebook, vi chiedo scusa ma sono distrutto dal dolore. Me l’hanno ucciso per una lite con un pedone”.

 

La vicenda, intanto, è giunta anche a Palazzo Marino, dove il problemi del servizio taxi a Milano, invece di venire discusso ieri, sarà invece discusso giovedì 27 febbraio 2014.

 

La decisione del posticipo non ha mancato di sollevare polemiche: dopo che Raffaele Grassi, di Valori per Milano, ha proposto di rinviare il dibattito “anche per mostrare rispetto”, al momento di votare la richiesta il centrodestra è uscito dall’aula per protesta.

 

“Si è messo il bavaglio al consiglio – ha commentato Riccardo De Corato, Fdi. – Tutta la città discute di quanto accaduto, ma non il consiglio“.

 

“In una giornata come questa non si può non registrare l’assenza dell’assessore alla Sicurezza (Marco Granelli, nella foto, ndr) in aula“, ha concluso  il capogruppo di Fi, Alan Rizzi.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sicurezza Zona 4 Milano, incontro tra cittadini e assessore Granelli, la situazione shock del quartiere

Rom via Pestagalli e via Cassio Milano, centinaia di abusivi e decine di baracche, inutili le petizioni inviate dai residenti all’assessore alla Sicurezza Granelli

Volontariato Milano, Comune assegna oltre 200mila euro al Ciessevi del quale era presidente l’assessore Granelli, ma continua a negare l’esenzione di Area C ai volontari della Croce Rossa

Degrado via Padova – via Arquà Milano, lettera di una residente che scrive direttamente all’assessore Granelli

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Non voglio commentare direttamente la notizia, ma da pedone è da evidenziare la scarsa educazione degli automobilisti … attraversare sulle strisce pedonali è diventato un avventura…tutte le mattine devo attraverse viale monte santo….al ciglio della strada sulle strisce….macchine che si fermano? zero….bisogna aspettare il rosso del semaforo….è capitato che una macchina si fermasse e cosa succede? non si ferma una bicicletta e quasi mi prende!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here