Rom via Pestagalli e via Cassio Milano, centinaia di abusivi e decine di baracche, inutili le petizioni inviate dai residenti all’assessore alla Sicurezza Granelli

Di seguito due segnalazioni circa l’emergenza di rom abusivi a Milano, in insediatisi in via Pestagalli e in via Cassio. Oltre alle centinaia di segnalazioni ricevute da privati cittadini, per una volta, all’argomento, si è aggiunta anche la voce di un politico, critico nel descrivere un fenomeno di abusivismo oramai evidentemente fuori controllo. Nel dettaglio, ecco le testimonianze dell’On.Riccardo De Corato, Vice-Presidente del Consiglio Comunale.

 

I ROM ABUSIVI VIA PESTAGALLI

 

VITTO E ALLOGGIO PER I ROM ABUSIVI, OFFERTI DAL COMUNE – “Gli sgomberi di Granelli, come quello di alcuni mesi fa di Via Pestagalli, servono ad attirare altri rom, visto che a questi ultimi o viene assegnata un abitazione dalla Caritas o dalla Casa della Carità, oppure vengono trasferiti nella sede della Protezione Civile in via Barzaghi, dove vengono ospitati, con tanto di servizi, compreso colazione, pranzo e cena dal Comune – spiega l’On.De Corato.

– “da questo punto di vista – aggiunge De Corato, – quello che sta accadendo in via Pestagalli è emblematico, infatti, dopo essere stato distrutto da due incendi provocati dagli stessi nomadi, l’ultimo a fine agosto scorso, questi ultimi sono stati sistemati in abitazioni sempre del cosiddetto privato sociale.

 

– RISCHIO INCENDIO E TOTALE MANCANZA DI SICUREZZA – “Ed ecco che altri rom hanno costruito più di 45 baracche – prosegue l’On. De Corato, – con una presenza che va oltre i 160 nomadi, tra cui almeno una trentina di minori in età scolare, che vivono in catapecchie costruite con pannelli di compensato e coibentate con fogli di cellophane a far da tetto.

 

“DOVREBBERO ESSERE ACCOMPAGNATI FUORI MILANO” – “Il rischio di incendio – sottolinea il Vice-Presidente del Consiglio Comunale, – come dimostra il passato, è elevatissimo. Vicino opera una industria farmaceutica e quindi vi sono tutti i crismi di un vero sgombero con accompagnamento di questi rom, non nelle abitazioni della Caritas o della Casa della Carità, ma al confine del Comune di Milano, tenendo sotto controllo i loro percorsi fuori della città di Milano.

– Il caso di via Pestagalli – conclude l’On.De Corato, – dovrebbe essere di monito ai vari Majorino e Granelli (rispettivamente assessore alle Politiche Sociali, PD, e alla Sicurezza di Milano, PD), i quali predispongono Piani Rom che prevedono addirittura l’assegnazione a questi ultimi di case e servizi. Di casi come via Pestagalli ce ne saranno a centinaia, visto che, appena sistemati i primi negli alloggi, ne arrivano immediatamente altri, causa il tam tam verso Romania e Bulgaria che i suddetti nomadi fanno ogni giorno”.

 

ROM ABUSIVI VIA CASSIO

 

– IL CAMPO, ADULTI E BAMBINI TRA CAPANNONI DI ETERNIT ED AMIANTO, USATI ANCHE PER ACCENDERE IL FUOCO –   “In zona 4, dopo il campo di via Pestagalli è sorto nei mesi scorsi, da Aprile, un altro campo nomadi abusivo: in via Cassio – spiega ancora l’On. De Corato.

– “Il campo è all’interno di un insediamento industriale e di autotrasporti dismesso da tempo – prosegue il Vice-Presidente del Consiglio Comunale – e i cui capannoni sono pieni di eternit in amianto, che i rom rompono accendendo anche fuochi.

– “All’interno ci sono roulottes in cui sono accampati 20 nuclei con un centinaio di uomini e donne e sopratutto 9 bambini a contatto diretto con l’amianto.

 

 

PETIZIONI DEI RESIDENTI INVIATE AL COMUNE, E SOPRALLUOGO DELLA ASL – “I cittadini di viale Ungheria, via Salomone, via Sordello e via Bonfadini hanno inviato diverse petizione all’Assessore Granelli e al Consigliere Cormio, ma tutto tace – sottolinea De Corato, – nonostante i sopralluoghi della Polizia Municipale.

– “Cosa si aspetta a intervenire – prosegue l’Onorevole, – visto che l’Asl ha fatto un sopralluogo il 2 novembre scorso senza che sia successo nulla?

 

 I NOMADI VANNI ALLONTANATI, NON ACCOLTI IN ABITAZIONI CON VITTO E ALLOGGIO – “I nomadi vanno sgomberati, allontanati da Milano e accompagnati al confine della città – conclude l’On Riccardo De Corato ribadendo quanto già affermato. – E non trasferiti in case recuperate dal privato sociale come la Casa della Carità o della Caritas, senza trasferimenti nell’area di via Barzaghi della Protezione Civile”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rom Milano, mentre gli assessori Granelli e Majorino parlano di integrazione e legalità, al Forlanini i nomadi rubano i paletti di legno del parco giochi per avere legna da ardere nei propri campi, foto

Rom Forlanini Milano, a 2 mesi da intervento & promesse del Comune, la verifica di CronacaMilano: tutto è come prima. Anzi, peggio

Emergenza rom Milano, raddoppiati in meno di un anno di Amministrazione Pisapia, Prefetto indice tavolo permanente

Rom Milano zona viale Corsica – Forlanini, un lettore che ha subìto molteplici furti: “Se dovesse succedere qualcosa a mia figlia, prima vado dai responsabili, poi dal Sindaco”

Rom e furti appartamenti zona Gorla Milano, un lettore: “Viavai di furgoni con targa romena provenienti dal campo di via Columella”

Furto appartamento via Ampere Milano, rom rubano dagli orologi al dentifricio: “In quale mercatino o zona posso andare a cercare gli oggetti che mi sono stati rubati?”

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Nella zona, ho un’area immobiliare: ” per disgrazia”

    quando ci vado, è praticamente uno spettacolo a cielo aperto:
    camoin tagliati a metà, ruote di auto o camoin in giro, via vai di zingari, auto capvolte bruciate
    personaggi che dormono nelle auto mezze bruciate.

    Ho dovuto murare le finestre, e uasi quasi ancora riescono ad entrare.

    Quando entro, “A CASA MIA” devo stare sull’allerta continua, da incursore
    come se stessi effettuando un attacco.

    Adesso, preparo un bel lenzuolone arancione
    e lo appendo alle finestre.

    saluti a tutti.

    Fabyo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here