Capotreno e passeggero aggrediti treno Milano – Cremona, extracomunitari hanno brandito un cacciavite

AggressioneNeanche una settimana fa l’aggressione a colpi di machete al capotreno presso Villapizzone; ora, un nuovo episodio di violenza, questa volta all’altezza di Treviglio, in provincia di Bergamo, a bordo di un treno proveniente da Milano. Protagonisti due nordafricani completamente ubriachi che, dopo aver strattonato e minacciato una capotreno, hanno picchiato un passeggero.

 

CAPOTRENO DERISA E STRATTONATA – Secondo quanto reso noto, l’episodio ha avuto nel tardo pomeriggio di venerdì 19 giugno, a bordo di un treno partito attorno alle 17.30 dalla stazione di Milano Porta Garibaldi e diretto a Cremona.

– Tutto è accaduto poco prima dell’arrivo del convoglio presso la stazione di Treviglio, quando due extracomunitari, in preda ai fumi dell’alcol, hanno prima deriso e poi strattonato una capotreno che stava effettuando il consueto controllo dei biglietti. Come se non bastasse, uno dei due ha anche minacciato con un cacciavite la malcapitata.

 

TRENO FERMO SULLE ROTAIE PER 50 MINUTI E PASSEGGERO MALMENATO – Non ancora soddisfatta, la coppia ha anche tirato il freno di emergenza del treno, fermando la vettura sulle rotaie per oltre 50 minuti e causando ritardi su tutta la linea. A quel punto, un passeggero cinquantenne ha cercato di intervenire per sbloccare la situazione, ma ha ricevuto – in tutta risposta – un pugno in pieno volto.

– Nel parapiglia generale che si è creato, alla capotreno non è rimasto altro da fare che richiedere l’intervento della Polizia ferroviaria (che non è poi arrivata). E’ stato a quel punto che i due, fiutato il pericolo e realizzato probabilmente di averne combinate abbastanza, hanno deciso di scappare facendo perdere rapidamente le proprie tracce.

 

CACCIA AI DUE AGGRESSORI – Entrambe le vittime sono state medicate dal personale del 118. L’uomo, un pendolare di Caravaggio, che ha riportato alcune contusioni, è stato anche trasportato presso l’ospedale di Treviglio per accertamenti. Dopo avervi trascorso la notte è stato dimesso nella giornata di oggi, sabato 20 giugno.

– La polizia è ora alla caccia dei due aggressori.

 

SORTE (MOBILITA’ LOMBARDIA): “IL GOVERNO NON FA NULLA PER LA SICUREZZA SUI TRENI” – Che sui treni lombardi la questione sicurezza sia quantomai d’attualità, è chiaro. E lo sottolinea anche Alessandro Sorte, assessore regionale alla Mobilità. “Il governo non sta facendo nulla per l’emergenza sicurezza sui treni lombardi – racconta -. Abbiamo chiesto già nei giorni scorsi, dopo il grave ferimento di Milano a Villapizzone, che treni e stazioni fossero presidiati anche dall’esercito, perche’ l’emergenza c’è ed è grave”.

– Un’emergenza a cui Trenord sta cercando di mettere mano potenziando i controlli ma che senza l’aiuto del governo rischia di trasformarsi in una manciata di sabbia nel deserto. “E anche le autorità locali considerano questa situazione da gestire come un’ordinaria amministrazione – prosegue Sorte -. Deve essere chiaro che se i lavoratori e i passeggeri non saranno tutelati anche il servizio di trasporto pubblico potrà subire dei contraccolpi”.

– Intanto, fa sapere lo stesso assessore, “nei giorni scorsi, con le organizzazioni sindacali abbiamo istituito un Osservatorio per tenere d’occhio la gravita’ del fenomeno. Ma se non ci saranno fatti concreti
dal Governo e senza garanzie per chi viaggia servirà una iniziativa ancora”

 

DE CORATO: “GOVERNO RESPONSABILE PER LA SICUREZZA SUI TRENI” – Punta il dito contro il governo anche Riccardo De Corato,  vicepresidente del Consiglio Comunale di Milano e capogruppo di Fdi-An in Regione, che nel corso di un intervento ha richiamato alla proprie responsabilità Palazzo Chigi.

– “Il governo è assente e responsabile per la mancata sicurezza sui treni delle Ferrovie dello Stato. Convivido la richiesta dell’assessore Sorte a Palazzo Chigi per avere rinforzi armati – ha dichiarato –- Ma la Regione deve intervenire subito, triplicando i vigilantes sui convogli di Trenord. Basta chiacchiere e proposte di militari nelle case Aler, nelle strade, sui treni, bisogna agire. Siamo in emergenza, si rischia di perdere la credibilità. Il problema della violenza sui nostri treni va affrontato seriamente”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Bonifica mezzi Atm Milano utilizzati per spostamento profughi, le garanzie sanitarie per i conducenti ci sono oppure no?

S.P.