Donna picchiata e violentata da compagno Mezzago, incinta rischia di abortire

Non l’ha mai denunciato per paura che le portasse via i figli; ecco a chi rivolgersi per avere tutto l’aiuto possibile contro i maltrattamenti

ViolenzaIl dramma si ripeteva da tempo, crudo e brutale all’inverosimile: obbligo di rapporti sessuali e violente percosse che, dopo l’ultimo episodio dello scorso venerdì, hanno provocato il ricovero in ospedale di una ragazza di 25 anni, che ora rischia di perdere il bimbo che aspetta.
I fatti si sono svolti a Mezzago, in provincia di Monza e Brianza.
Secondo quando ricostruito dai Carabinieri, la vittima è una giovane di 25 anni, dell’Ecuador, vessata dal compagno 27enne, anch’egli originario dell’Ecuador.
In base a quanto emerso, la relazione della coppia è stata da sempre segnata da violenze e maltrattamenti, che la donna subiva senza riuscire a difendersi.
L’ultimo episodio venerdì 11 dicembre, quando per l’ennesima volta la 25enne è stata aggredita con calci e pugni, nonostante fosse incinta (secondo il racconto fornito, tale gravidanza, la terza, sarebbe stata conseguenza di uno stupro imposto alla donna dal suo aguzzino).
Questa volta, sul posto, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Vimercate, ai quali poi donna ha spiegato di non aver lasciato, fino ad allora, il 27enne, per paura che le portasse via i figli.
La vittima è stata affidata al 118, i cui operatori l’anno trasportata in ospedale dove, i medici, hanno provveduto a ricoverarla immediatamente.
Da quanto si apprende, purtroppo, a causa delle lesioni subite, la 25enne potrebbe perdere il bambino che aspetta.
Nel frattempo, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.
LEGISLAZIONE, CONTATTI, AIUTI – Per tutti i dettagli su come chiudere aiuto e difendersi dai maltrattamenti, Leggi Violenze domestiche, cronaca, legislazione, indirizzi per avere aiuto di primo soccorso e dopo l’emergenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here