Presunti terroristi jihadisti arrestati Cassano d’Adda, Torino e Finale Ligure, erano insospettabili

In arresto un uomo algerino e due fratelli egiziani; secondo gli Inquirenti erano tutti insospettabili, al fine di nascondere i propri reali intenti

CarabinieriL’indagine è stata condotta dai carabinieri del Ros della Liguria, in ambito del monitoraggio e dei controlli anti terrorismo: arrestati 3 uomini ritenuti essere terroristi jihadisti, accusati di associazione finalizzata a terrorismo internazionale.
Nel dettaglio, gli indagati sono:
– un uomo algerino fermato nel Cie di Torino, dove era ospite in quanto richiedente asilo politico,
– due fratelli egiziani bloccati a Finale Ligure (Savona) e a Cassano d’Adda (Milano)
L’indagine del Ros dei Carabinieri è coordinata dalla sostituto procuratore Federico Manotti della procura distrettuale antiterrorismo di Genova e ha visto come attività fondamentale il monitoraggio, esercitato dai nuclei preposti dei militari, dei siti di propaganda utilizzati dagli jihadisti.
Proprio compiendo tali osservazioni i militari hanno individuato i tre indagati, accertando che uno dei due fratelli e l’algerino avevano richiesto online la formula per iscriversi allo Stato Islamico.
Da qui sono scattate tutte le operazioni che hanno visto indagare nella vita dei presunti terroristi, tutti “insospettabili” (in particolare, uno dei due fratelli svolgeva una normalissima attività di pizzaiolo, l’altro era invece cassintegrato), fino a giungere al loro arresto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here