Bancarotta fraudolenta Brescia, Gdf contesta 6 milioni di euro a società

L’indagine era nata nel 2014; tre i soggetti arrestati, due desinati al carcere e uno ai domiciliari

gdf-finanzaguardia-di-finanzaL’operazione è stata eseguita dalla Guardia di Finanza di Brescia: le manette sono scattate per tre persone, tutte accusate di bancarotta fraudolenta.
Secondo quanto spiegato dalle Fiamme Gialle, l’indagine è stata condotta nei confronti di una società bresciana attiva nel settore della commercializzazione di materiale plastico e fallita nel 2015.
Le indagini erano nate nel 2014; le indagini delle Fiamme Gialle, che hanno verificato la posizione fiscale dell’azienda, hanno accertato che il passivo fallimentare della società ammonterebbe alla cifra di 6 milioni di euro.I giudici hanno stabilito il parcere per uno dei tre soggetti, e i domiciliari per gli altri due.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here