Arresti e controlli stazioni ferroviarie Lombardia, bilancio Polizia di Stato

Furti, violazioni amministrative, spaccio, rapine: il bilancio di una settimana di attività

Sono 1366 i soggetti controllati, di cui 9 arrestati e 54 indagati; 21 sono invece le sanzioni amministrative elevate dagli operatori della Polizia Ferroviaria lombarda, durante i controlli effettuati nella settimana appena trascorsa. 544 i servizi di vigilanza, 35 i servizi antiborseggio. Di seguito gli episodi più rilevanti:

Lunedì 18 giugno:
– Alla stazione di Milano centrale due cittadini stranieri sono stati fermati per un normale controllo da personale della Polfer in borghese e sottoposti a fermo di indiziati di delitto perché responsabili di un furto perpetrato in danno di un turista cinese all’interno dell’aeroporto di Malpensa.

Martedì 19 giugno:
– personale del Settore Operativo Polfer di Milano C.le, ha eseguito un ordine di carcerazione a carico di un cittadino marocchino.
– personale dipendente della Sottosezione di Milano Porta Garibaldi e Sottosezione Polfer di Milano Bovisa, ha intensificato i controlli nella stazione F.S. di Milano Quarto Oggiaro, insieme agli operatori in servizio nel locale Commissariato P.S., alla presenza di personale dell’antievasione di Trenord e della Security Trenord destinate alle attività di verifica dei titoli di viaggio in ingresso e in uscita dalla stazione. La giornata si è conclusa con due denunce in stato di libertà.

Mercoledì 20 giugno:
– a finire in manette ad opera del personale Posto Polfer di Treviglio, un cittadino italiano responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. Nella stessa giornata, personale della Squadra di polizia giudiziaria ha arrestato un cittadino gambiano per i reati di furto aggravato, commesso nella stazione centrale di Milano in danno di un cittadino pakistano e detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio.

Giovedì 21 giugno:
– i poliziotti della Polfer in servizio alla stazione di Milano Porta Garibaldi, ha prestato soccorso a un cittadino italiano, vittima di una rapina appena avvenuta all’interno dello scalo ferroviario. La vittima ha riferito che un soggetto italiano, mostrandogli un coltello per intimidirlo, gli aveva sottratto un cellulare. Rintracciato, l’autore del gesto è stato tratto in arresto per rapina aggravata.
– personale del Posto Polfer di Gallarate è intervenuto su richiesta di un capotreno perchè a bordo di un convoglio regionale, con tratta Milano Centrale-Domodossola, si era appena verificato un furto ai danni di un viaggiatore. Il cittadino straniero, in particolare, gli aveva sottratto il portafogli, ma, sorpreso dalla vittima, è stato poi identificato dal personale polfer intervenuto durante la fermata nella stazione di Gallarate, il quale lo ha arrestato per furto aggravato.
– nella stazione di Rho Fiera, gli agenti della Polfer sono intervenuti per un danneggiamento avvenuto a bordo treno in quanto un viaggiatore straniero, senza alcun motivo, in prossimità della fermata di Rho Fiera, ha rotto un finestrino utilizzando il martelletto d’emergenza in dotazione, per poi gettarsi all’esterno del treno passando da quello stesso finestrino. Gli operatori intervenuti facevano scendere tutti i passeggeri, alcuni dei quali hanno confermato la dinamica dei fatti. Messi sulle tracce del responsabile, grazie anche alla descrizione resa da alcuni testimoni, il soggetto, cittadino tunisino minorenne, è stato rintracciato dopo poco nella Stazione di Milano Porta Garibaldi e denunciato a piede libero per i reati di danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio.

Sabato 23 giugno:
– personale in servizio alla stazione di Milano Centrale, a seguito di controllo, ha eseguito una cattura nei confronti di un cittadino marocchino, destinatario di misura della custodia cautelare in carcere.
– un agente della Polfer libero dal servizio, mentre passeggiava nel piazzale antistante la stazione di Monza, lato Corso Milano, ha notato che un soggetto straniero maneggiava una pistola, in compagnia di un altro cittadino extracomunitario. L’operatore ha richiesto l’intervento di personale polfer in servizio all’interno della stazione, che, insieme ad alcuni agenti del locale commissariato, hanno perquisito il soggetto ed effettivamente all’interno dello zaino gli hanno trovato un’arma rivelatasi poi giocattolo, che comunque è stata sottoposta a sequestro. L’uomo trovato in possesso dell’arma è stato denunciato per i reati di procurato allarme ed inosservanza delle norme sugli stranieri, mentre l’altro soggetto è stato indagato perché irregolare sul territorio nazionale.
L’intervento degli uomini della Polfer, nel corso dell’arresto dei responsabili, ha inoltre consentito, in due casi, l’immediata restituzione del maltolto alle vittime.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here