Mostra Motorsport Mercedes – Benz Milano 5 settembre – 31 dicembre 2013, info, orari, foto, ingresso gratuito

Motorsport_team,_tecnica,_tradizione_(12) Siamo abituati a vederle sfrecciare in tv durante i Gran Premi. E i più fanatici avranno anche avuto la fortuna di ascoltarne il rombo del motore dal vivo, in qualche autodromo in giro per l’Europa o per il mondo. Ora, però, la possibilità di toccare con mano le auto che tanto hanno fatto sognare gli appassionati non solo della Mercedes ma del mondo delle corse, si apre a tutti. Le vetture della Motorsport della Casa con la Stella, infatti, escono finalmente dalla loro dimensione prettamente televisiva per approdare al loro vasto pubblico in una bella mostra che si terrà fino a dicembre presso il Mercedes-Benz Center di Milano, in via Gallarate 450, vero tempio del design e dell’ingegneria meccanica. L’esposizione, intitolata “Motorsport: team, tecnica, tradizione”, è stata allestita per raccontare la gloriosa epopea Mercedes nell’affascinante mondo delle corse sportive.

.

UN PO’ DI STORIA. DAGLI ESORDI AI GRANDI SUCCESSI – Una storia che bisogna far risalire a molto tempo addietro quando, nell’estate del 1894, si disputò la Parigi-Rouen, la prima gara automobilistica ufficiale e a cui la Casa della Stella (allora ancora Daimler Motoren Gesellschaft) non poteva certamente mancare.

– Se l’esordio nel primo Grand Prix ufficiale – organizzato in Francia nel 1906 – non fu entusiasmante, sicuramente meglio andò nel 1908, quando la vettura a 4 cilindri e 135 CV guidata da Christian Lautenschlager tagliò il traguardo prima delle altre, sancendo la prima vittoria della Mercedes in un Gran Premio.

– E’ l’inizio di una lunga serie di successi e soddisfazioni, che prosegue con le vetture sovralimentate costruite a partire dal 1922, ovvero le potenti serie K, S, SS, SSK e SSKL, meglio note come “Elefanti Bianchi”, fino ad arrivare alle celeberrime “Frecce d’Argento”, prodotte dal 1930 fino al 1955.

– Le ultime importanti vittorie Mercedes sono proprio di questi anni: nel 1952 la 300SL – antenata di tutte le SL – vince per ben quattro volte il Gran Premio organizzato in occasione dell‘anniversario del circuito del Nürburgring; mentre la monoposto di Formula 1W 196 R si aggiudica addirittura 9 dei 12 Gp a cui prende parte nelle stagioni 1954 e 1955 con i grandissimi Juan Manuel Fangio e Stirling Moss.

– E’, poi, proprio nel 1955, quando meno te lo aspetti, che Mercedes-Benz decide di ritirarsi dal mondo delle corse sportive ad eccezione dei rally. Devono passare ben 30 anni prima che la casa tedesca ci ripensi.

– A metà degli anni 80, però, la decisione viene presa: si ritorna a correre. E i tedeschi, come loro solito, lo fanno in maniera vincente: nel giro di 10 anni, tra il 1986 e il 1996, nella classe Turismo conquistano per tre volte il titolo del Campionato tedesco e di quello internazionale.

– Nel 1994, intanto, i motori di Stoccarda fanno il loro rientro anche nel più prestigioso mondo della Formula 1 con la Sauber. Ma la casa automobilistica svizzera, a fine stagione, si piazza solo all’ottavo posto. Un risultato mediocre. Tanto che nel 1995 la Mercedes saluta anzitempo gli elvetici e stringe con la promettente McLaren. E la musica cambia.

– Di lì a poco, nel 1998 e 1999, la scuderia inglese, equipaggiata con i potenti motori tedeschi, vince il mondiale con il finlandese Mika Hakkinen.

– Per un altro titolo mondiale bisogna però aspettare altri 10 anni, quando nel 2008 Lewis Hamilton riporta la McLaren-Mercedes sul primo gradino del podio.

– Il 2010 è un anno storico per il marchio Mercedes-Benz: la casa di Stoccarda annuncia infatti l’acquisizione della scuderia Brawn Gp che a partire da quell’anno diventerà la Mercedes Gp, primo team ufficiale della Casa della Stella.

.

PIU’ DI UN SECOLO DI STORIA IN MOSTRA – La mostra rivive più di un secolo di esaltante storia attraverso tre prospettive: team, tecnologie e tradizione.
– Se le prime due tematiche sono comprese in quella che è un po’ la parte didattica dell’esposizione, in cui il mondo di Mercedes Amg Petronas e dei piloti Nico Rosberg e Lewis Hamilton viene sviscerato e analizzato in ogni sua componente, la sezione dedicata alla “tradizione” è volta invece a celebrare un grande pilota del passato, Manfred von Brauchitsch.

– Quella che fu la sua vettura, la WS25 (la prima Freccia d’Argento nella storia del Motorsport), viene riproposta in una riproduzione a grandezza naturale, con tanto di volante in alluminio e legno del 1934 e che i visitatori potranno toccare per saggiare le differenze rispetto ad un modernissimo W03, forte di ben 40 funzioni integrate. Come dire, un altro mondo. Il mito delle Frecce d’Argento, tra l’altro, viene rivissuto grazie alla proiezione di un avvincente video che ne ripercorre le tappe e i maggiori successi.

.

GIOIELLI ESPOSTI ED EMOZIONI VIRTUALI – Accanto alla WS25, per la gioia degli appassionati, sono esposti altri capolavori della meccanica teutonica:

– una la Freccia d’Argento con cui Nico Rosberg vinse il Gran Premio 2011 a Shanghai; una SL 55 AMG F1 Safety Car; la C 63 AMG di Vitantonio Liuzzi che è attualmente impegnata nel Campionato Superstars International Series con il team ufficiale Mercedes-AMG di Romeo Ferraris.

– In più, direttamente dai box, anche le sei varianti di pneumatici Pirelli F1 provvisti di avvitatore a percussione e martinetto originali.

– Il tutto è corredato anche di alcuni filmati d’epoca che, ritraendo pit stop ai box di oggi e del passato, contribuiscono a rimarcare l’enorme salto di qualità compiuto nel corso dei decenni per quanto riguarda la sicurezza dei piloti e di tutti i protagonisti delle corse.
– E non è finita. Per meglio addentrarsi nel mondo delle corse, attraverso un computer animation ed un volante di F1 interattivo, i visitatori potranno rivivere per un giorno, per quanto virtuale, l’emozione che si vive nel padroneggiare una monoposto di Formula 1.

.
UN SICURO SUCCESSO – Il messaggio della casa madre è chiaro: anche se si tratta solo di corse sportive, vi è la certezza che le innovazioni tecnologiche apportate alle vetture rappresentano un ulteriore passo in avanti in termini di sicurezza, confort e affidabilità, non solo per i professionisti della velocità ma anche per i comuni fruitori della quattro ruote.

– Gli ingredienti per una mostra interessante e di successo, quindi, ci sono tutti. Non rimane che allacciare le cinture di sicurezza e… partire verso l’affascinante mondo delle corse sportive!

 

Mercedes-Benz Center

– Via Gallarate, 450 – 20151 Milano

– Orari di apertura:

– Lunedì/ venerdì: 08:30-19:00

– Sabato: 09:00-18:00 (domenica chiuso)

– Fino al 31 dicembre 2013, INGRESSO GRATUITO

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Mercedes Classe A: CronacaMilano l’ha provata per voi

Classe A Mercedes Milano, I LIKE IT

Smart Elettrica Milano, comfort e tecnologia: la prova su strada

Nuova Classe M Mercedes Milano, libertà ed avventura racchiusi in un must di eleganza

Mercedes SLK Roadster, a Milano presentata la nuova icona dell’auto sportiva

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here