Brescia Inter 1 a 1, Serie A 29esima giornata

Leonardo abbozza un turnover in vista della delicata sfida di martedì contro il Bayern Monaco, rinunciando a Chivu e Thiago Motta e schierando al loro posto Nagatomo e Stankovic; In attacco Sneijder dietro al trio formato da Pandev, Eto’o e Pazzini. Iachini invece si affida alla fantasia di Diamanti ed al cinismo di Caracciolo.

 

 

Il primo sussulto del match è a favore dei padroni di casa: al 6’, quando Hatemaj crossa per Zebina, il francese ex Juventus non riesce a districarsi e a concludere a rete. Per attendere una risposta dei neroazzurri bisogna attendere il 12’ quando Nagatomo duetta con Sneijder prima di calciare con potenza, Arcari devia in angolo.

 

Al 17’ momento fondamentale per il match, sugli sviluppi di un corner calciato da Sneijder, Ranocchia fa sponda di testa per il camerunense Eto’o che, tenuto in gioco da Zebina, supera di piatto Arcari; ospiti in vantaggio.

 

Le Rondinelle hanno un attimo di smarrimento e solo al 34’ hanno l’occasione per riportare in parità il tabellino; Caracciolo supera Julio Cesar con un ottimo pallonetto che però si spegne di poco alto sopra la traversa.

 

La ripresa si apre subito con un pericolo portato sempre dall’airone Caracciolo, dopo soli 30 secondi è sempre lui a colpire di testa il cross di Zambelli, palla di poco alta, Julio Cesar immobile.

 

Il bomber bresciano si rende pericoloso anche al 49’ con una poderosa cavalcata che si conclude con un tiro deviato in angolo dall’estremo difensore neroazzurro.

 

La squadra di Leonardo si fa vedere solo al 55’ e lo fa con una prodezza di Sneijder, il trequartista olandese lascia partire un bel tiro a giro dal limite dell’area ma si stampa all’altezza dell’incrocio dei pali.


Il raddoppio non arriva nemmeno al 62’ quando Pandev, dopo un “dai e vai” con Pazzini si trova tutto solo davanti ad Arcari, il numero 1 bresciano non si fa sorprendere e para a terra.

 

Nella ripresa la partita è molto più combattuta ed aperta e le due squadre non lesinano a creare occasioni da rete, gli ospiti ci provano ancora al 70’, ma Arcari sembra davvero insuperabile, nella circostanza nega il gol ancora una volta a Sneijder.

 

All’85’ quando tutto sembrava finito, il match torna in parità. Sugli sviluppi di un corner Cordoba rimette in area, inspiegabilmente, la palla, e trova pronto Caracciolo: l’airone non sbaglia e sigla l’1 a 1.

 

Passano solo tre minuti e Cordoba compie il massimo disastro: Eder scappa via ed il colombiano lo atterra in area, per il difensore interista il rosso è inevitabile. Sul dischetto si presenta Caracciolo che però si fa parare il penalty da Julio Cesar.

 

Il difensore neroazzurro era entrato in campo al 65’ al posto di Lucio, sostituzione che non sembrava motivata da carenze fisiche del brasiliano.Lo stesso bomber bresciano, al 93′ si fa espellere per doppia ammonizione; davvero una serata croce e delizia per lui.

 

Le numerose occasioni da rete non sfruttate a dovere dai neroazzurri pesano come un macigno al 90’; l’occasione di portarsi, almeno momentaneamente, a –2 dai cugini rossoneri era ghiotta, ma Leonardo ed i suoi se la sono lasciata sfuggire. Il biscione concede al Milan la possibilità di allungare a +7 nel caso in cui riesca a battere il Bari a San Siro .

 

Ora la massima concentrazione, in casa Inter, è rivolta alla delicata partita di martedì 15 marzo, quando saranno di scena all’Allianz Arena di Monaco contro il Bayern; si partirà dallo 0 a 1 rimediato a San Siro.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here