Milan Cagliari 4 a 1, Serie A 37esima giornata

Dopo la passerella con i propri tifosi in centro Milano, per i rossoneri è tempo di pensare alla penultima sfida di questo campionato: contro il Cagliari a San Siro Allegri schiera il duo brasiliano Pato-Robinho in attacco, in difesa spazio a Yepes che prende il posto dell’acciaccato Nesta.

 

L’inizio di partita è a favore dei sardi che provano ad inserirsi negli spazi lasciati liberi dai padroni di casa sfiorando la rete con Lazzari all’8’ che viene bloccato da Abbiati; i rossoneri, complice la festa scudetto del pre-partita, faticano ad ingranare ed iniziano a macinare gioco solamente dopo il primo quarto d’ora.

 

Al 22’ è Robinho ad inventarsi un grande gol, assist di Seedorf per il trequartista brasiliano che dribbla tre cagliaritani e supera Agazzi con un bel tiro a girare; passano solo due minuti ed è il centrocampista rossonero Gattuso, tanto discusso in settimana per i cori contro Leonardo, a siglare il raddoppio: su un rilancio mal riuscito di Agazzi il Ringhio rossonero si fionda di testa e riesce a ribadire in rete.

 

L’inerzia rossonera non si ferma qui ed al 35’ è ancora Robinho a calare il tris per la sua 14esima rete in Serie A eguagliando Pato ed Ibrahimovic. Gli uomini di Donadoni si rifanno vedere solo tre minuti dopo quando Cossu mette a sedere in area Yepes e supera Abbiati con un sinistro chirurgico.

 

La ripresa è meno emozionante del primo tempo, Allegri concede la passerella d’onore al capitano Massimo Ambrosini, a Gattuso ed a Pato facendo subentrare Flamini, Pirlo e Pippo Inzaghi, il più osannato nella giornata odierna.

 

Dopo l’uscita di Ambrosini e Gattuso il capitano diventa Clarence Seedorf; l’olandese, autentico protagonista della stagione rossonera dal derby di ritorno in poi, al 77’ sigla il poker del Diavolo spingendo in rete un assist al bacio di Pato, ben due passaggi decisivi nella serata odierna.

 

La festa continua con le ole del pubblico ed i cori per tutti i giocatori; al fischio finale premiazione per i vincitori della Serie A, balletto stile Michael Jackson da parte del “Boa” rossonero e spettacolo pirotecnico.

 

Una stagione praticamente perfetta che si conclude come meglio non si poteva…

 

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here