Inter Napoli 2 a 1 Serie A sedicesima giornata: Guarin e Milito, i nerazzurri volano

Nonostante qualche difficoltà di troppo, i neroazzurri grazie alle reti di Guarin e Milito riescono a battere il Napoli e a riconquistare il secondo posto in classifica. Il distacco dalla capolista Juventus si mantiene invariato: quattro punti. Settimana prossima altra sfida decisiva contro la Lazio.

 

Essere l’anti-Juve: neroazzurri e partenopei si sfidano per questo titolo. Chi perde oggi può dirsi quasi tagliato fuori dalla corsa scudetto. Stramaccioni deve fare i conti con la pesantissima squalifica di Samuel, mentre Mazzarri non ha Pandev al meglio.

 

I neroazzurri si schierano con il 3-5-2 affidando l’attacco a Cassano e Milito. A centrocampo spazio per Pereira, capitan Zanetti, Gargano, Guarin e Nagatomo. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Ranocchia, Cambiasso e Juan Jesus.

 

I partenopei adottano un 3-5-2 con Hamsik arretrato sulla linea mediana al fianco di Maggio, Behrami, Inler e Zuniga. In avanti Insigne e Cavani. In difesa, davanti a De Sanctis, spazio per Gamberini, Cannavaro e Britos.

 

Dopo un minuto subito gioco fermo per un infortunio occorso a Gamberini che, dopo tre minuti, riesce a rientrare con una vistosa fasciatura sul naso. Alla prima occasione l’Inter va subito in vantaggio:  l’8’ quando, su corner di Cassano, Guarin sul secondo palo batte De Sanctis di destro.

 

I partenopei provano a reagire, ma sembrano aver accusato il colpo. Solamente al 18’ riescono a riordinare le idee e ad andare vicini al pareggio con Cavani che, dopo aver superato Cambiasso, allarga per Insigne. Il napoletano prova il tiro a giro: sfera che termina a lato.

 

Sono minuti positivi per gli ospiti che, anche al 21’, vanno vicini al gol con una bella giocata che vede protagonisti i due attaccanti: anche in questo caso conclusione che termina sul fondo. Al 26’ un intervento di Britos sembra mettere fuori causa Cassano che, però, riesce a rientrare in campo.

 

Al 27’ancora la squadra di Mazzarri pericolosa: cross dalla sinistra per Cavani che, dopo un intervento a vuoto di Juan Jesus, colpisce di testa. Pallone sul fondo, ma l’uruguaiano viene fermato per fuorigioco.

 

Nonostante le nette occasioni da rete costruite dagli avversari, al 38’è l’Inter di Stramaccioni a trovare la via del secondo gol: bella combinazione di Pereira, Guarin e Milito che, di destro, trafigge De Sanctis.

 

Il primo tempo si chiude con il Napoli in avanti: al 44’respinta corta di Juan Jesus che termina sui piedi di Insigne. L’ex del Pescara va alla conclusione, ma il tiro termina alto.

 

Termina sul 2 a 0 per i padroni di casa una prima frazione di gioco dove l’Inter è stata super cinica: due tiri e due reti. Altrettanto non ha saputo fare la squadra di Mazzarri, nonostante le nitide occasioni da rete mal finalizzate da Cavani e Insigne.

 

La ripresa inizia: subito un cambio tra le fila dei partenopei. Entra Pandev al posto di Gamberini. La prima occasione da rete capita all’Inter con Pereira che serve nel corridoio Cassano che, di sinistro, prende il palo.

 

Al 54’si fa vedere il Napoli e trova la rete con Cavani che ribatte in rete una parata di Handanovic su tiro di Pandev. Il macedone, però, sembrava essere in fuorigioco. Al 60’ primo cambio anche per Stramaccioni: entra Palacio per Cassano.

 

E’ una fase di stallo nel match; le due squadre cercano di difendersi a centrocampo e ci sono molti falli. Al 74’ seconda sostituzione per i neroazzurri: entra Coutinho al posto di Milito, autore della seconda rete dell’Inter.

 

Al 76’ protestano i neroazzurri per un mancato rosso a Behrami che, già ammonito, stende Guarin. Solamente un rimprovero da Rizzoli allo svizzero. All’83’ Mazzarri inserisce Mesto per Hamsik ed un minuto dopo sfiora il pareggio grazie ad un quasi autogol di Pereira.

 

All’86’ ancora ospiti pericolosi: punizione di Insigne e colpo di testa di Maggio. La sfera viene respinta, sulla linea, da Handanovic. È l’ultima occasione di un match che, nonostante un po’ di difficoltà, l’Inter riesce a concludere portando a casa tre punti fondamentali per continuare a mantenere vivo il sogno scudetto.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Neftchi 2 a 2 Europa League girone H, la doppietta di Livaja non basta

Cessione Sneijder, non convocato per l’Europa League, a gennaio partirà

Milan – Zenit San Pietroburgo 0 a 1 Champions League, decide tutto Danny

Cessione Sneijder Inter, per gennaio pronti Arsenal, Borussia Dortmund, Psg e Manchester United

Sorteggio Italia gironiConfederations Cup 2013 Brasile giugno 2013, analisi, calendario, statistiche

Sneijder, Pato e il calciomercato di Inter e Milan: saranno loro le cessioni di lusso di gennaio 2013?

Gol fantasma, Fifa ufficializza i sistemi elettronici: cosa sono e quanto costano gli Hawk-Eye e GoalRef

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here