Roma – Inter 0 a 0 Serie A ventiseiesima giornata, un pareggio che sa di polemiche

Walter MazzarriE’ un punto che non serve a nessuno. Non serve alla Roma che alle 22.45 di questa sera rischia di veder chiuso il discorso scudetto e non serve all’Inter che non riesce nell’impresa di superare una big e mostra ancora una volta che la mancanza principale è la costruzione del gioco a centrocampo. Nemmeno l’ingresso di Hernanes serve a ridare brillantezza alla manovra. Discutibile l’arbitraggio di Bergonzi che nega un rigore per parte.

 

La 26° giornata si apre con la prima super-sfida. All’Olimpico di Roma, chiuso per metà a causa dei cori di discriminazione territoriale contro il Napoli in Coppa Italia, arriva l’Inter di Mazzarri. Il tecnico di San Vincenzo non recupera Hernanes; il brasiliano partirà dalla panchina.

 

Al suo posto a centrocampo troviamo Ricky Alvarez al fianco di Nagatomo, Guarin, Cambiasso e Jonathan. Davanti sarà Icardi a fare coppia con Palacio. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Juan Jesus, Samuel e Rolando.

 

Di fronte Garcia si affida al tridente con Ljajic, Destro e Gervinho. Linea mediana con Strootman, Nainggolan e capitan De Rossi. In difesa, davanti a Morgan De Sanctis, spazio per Romagnoli, Castan, Benatia e Torosidis.

 

Si inizia subito con la Roma in avanti. Dopo poco più di cento secondi Gervinho approfitta di un errore difensivo di Rolando e si invola verso l’area neroazzurra; l’ex Arsenal riesce a guadagnare una punizione dal limite. Batte Ljajic, ma Handanovic respinge con i pugni.

 

Al 6’ ancora Gervinho pericoloso: De Rossi lo serve e l’attaccante esterno, a tu per tu con Handanovic, non riesce ad insaccare. Che errore per l’ivoriano.

 

L’Inter si fa vedere solamente al 13’: azione manovrata dell’Inter con Palacio che tenta la conclusione; Benatia devia in area. Al 15’ bell’assist per Icardi che, però, non inquadra la porta.

 

Al 20’ bella occasione da rete per i neroazzurri: Alvarez trova Palacio, ma l’argentino tutto solo alza sopra la traversa. Al 26’ errore di Samuel che regala la sfera a Gervinho, ma Juan Jesus entra deciso e ferma l’ivoriano.

 

Non è una grande partita, almeno fin qui. Poche le occasioni da rete da entrambe le parti. Al 32’ Handanovic rischia un clamoroso autogol; Destro va alla conclusione e lo sloveno rischia di depositare la palla nella propria porta. Solamente l’offside lo salva.

 

Al 39’ ci prova Samuel di testa, ma De Sanctis riesce a bloccare in tuffo. La Roma risponde con De Rossi; Cambiasso lo atterra al limite dell’area, ma Bergonzi non fischia.

 

Non c’è recupero. Al 45’ Bergonzi fischia la fine del primo tempo e manda tutti negli spogliatoi. In un Olimpico deserto, termina 0 a 0 la prima frazione di gioco. Un match fin qui molto teso ed equilibrato con pochissime occasioni da rete. Discutibile l’arbitraggio di Bergonzi che non concede un netto penalty ai neroazzurri.

 

La ripresa inizia con gli stessi uomini in campo. Al 47’ primo giallo del match: Bergonzi lo sventola a Samuel. L’argentino era diffidato, salterà Inter – Torino di domenica prossima. Al 51’ la Roma tenta di colpire l’Inter con un contropiede: Gervinho riparte, ma non si intende con Ljajic e l’azione offensiva sfuma.

 

Al 55’ primo cambio per Garcia: dentro Pjanic al posto di Ljajic. Al 60’ incredibile Guarin che, nella propria area di rigore, toglie la palla ad Handanovic e si avventura in una serie di dribbling in una posizione decisamente discutibile.

 

Al 64’ arriva il momento di Hernanes. Il brasiliano ex Lazio, fischiato dai tifosi giallorossi, prende il posto di uno spento Alvarez. Al 67’ ottimo interevento di Rolando che ferma ed anticipa l’ivoriano lanciato a rete da Torosidis.

 

Al 70’ ci prova l’Inter: Jonathan crossa in mezzo per Palacio, ma Castan allontana. Un minuto dopo ci prova Hernanes, ma la sua conclusione termina a lato. Al 72’ protesta anche la Roma: Destro viene trattenuto in area e protesta, ma Bergonzi lascia proseguire non ravvisando gli estremi per il penalty.

 

Al 74’ secondo cambio per Mazzarri: entra Ruben Botta al posto di Icardi, non particolarmente incisivo nella trasferta di questa sera. Pochi secondi dopo grande chance per Pjanic che, servito da Nainggolan, scarica con il destro. Handanovic risponde salvando il risultato.

 

Al 78’ cerca la conclusione di sorpresa anche Nainggolan: palla che sfiora il palo. All’81’ cambio per Garcia: dentro Bastos per Destro; i giallorossi decidono di coprirsi. A Garcia il pari sembra andare bene.

 

Nel finale l’Inter non riesce a creare occasioni degne di nota. All’87’ Mazzarri inserisce anche capitan Zanetti, ma sembra più un insulto alla storia dell’argentino che una reale necessità di sostituire Jonathan.

 

Dopo tre minuti di recupero finisce la partita. All’Olimpico termina 0 a 0. Un punticino per l’Inter che sale così a 41 punti, mentre la Roma arriva a 58. La capolista Juventus dista 8 punti, anche se i giallorossi devono ancora completare la sfida contro il Parma rinviata per nubifragio.

 

Dopo la trasferta dell’Olimpico, l’Inter scenderà nuovamente in campo domenica prossima, 9 marzo, alle 15.00 per la partita casalinga contro il Torino.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Roma – Inter 1 marzo 2014, probabili formazioni, statistiche e arbitro

Gironi qualificazioni Europei 2016 Francia, Italia inserita H con Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaigian e Malta

Sampdoria – Milan 0 a 2 Serie A venticinquesima giornata, una vittoria per sperare nell’Europa League

Milan e Inter si separano, San Siro va ai neroazzurri, i rossoneri puntano al nuovo stadio all’Expo

Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

 

Matteo Torti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here